Spacciava eroina a un operaio: arrestato 37enne

Mediagallery

Preso mentre spacciava eroina ad un operaio livornese sul lungomare. Nella giornata di ieri  i carabinieri della Compagnia guidata dal capitano Vatore hanno messo a segno un altro colpo in ambito di “lotta alla droga” arrestando un pusher tunisino e sequestrando eroina e 5 piante di marijuana. A finire in manette, con l’accusa di spaccio, il cittadino tunisino Kmais Chouchan, 37enne pregiudicato e senza fissa dimora, sorpreso a cedere alcune dosi di droga ad un 36enne operaio livornese (A.B. le sue iniziali),  L’extracomunitario, in particolare, è stato pizzicato al termine di un servizio di osservazione e pedinamento da parte dei militari del nucleo operativo in zona “viale Italia” proprio nel momento in cui, avvicinato dall’acquirente a bordo della propria autovettura, stava vendendo alcune dosi di eroina (circa 10 grammi). Una volta avvenuto lo scambio, i due uomini si sono allontanati insieme in direzione di via San Giovanni dove, a quel punto, prima di avere il tempo di dividersi sono stati bloccati dai carabinieri e trovati in possesso della droga e dei soldi, immediatamente sequestrati.  Nella circostanza, l’operaio livornese è stato denunciato a piede libero per il reato di detenzione di stupefacenti. Lo spacciatore invece, è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa del processo per direttissima che si svolgerà in via Falcone e Borsellino nelle prossime ore.
Sequestro di piante di marijuana a Vicarello –Nel corso di un’attività simile, infine, i militari della stazione di Collesalvetti sono riusciti a rinvenire e sequestrare all’interno di un terrreno incolto di proprietà demaniale a Vicarello, 5 vasi contenenti altrettante piante di marijuana, di diverse altezze. Sono tuttora in corso le indagini tese ad identificare i responsabili.

Riproduzione riservata ©