Spacca l’auto del fratello a pugni: in 4 per “placcarlo”

Mediagallery

Sono dovuti intervenire quattro agenti della polizia per calmare gli animi di un uomo, un vero e proprio “colosso” per mole e stazza (così è stato descritto dai soccorritori intervenuti sul posto e dai poliziotti), che ha dato in escandescenza giovedì mattina, 11 giugno, intorno alle 10,30 all’altezza di villa Pendola ad Antignano. A chiamare la polizia il fratello che è stato aggredito verbalmente dal familiare prima di vedersi spaccare il parabrezza della sua auto a pugni. Proprio così, in preda ad una crisi di nervi, dopo la lite con il fratello, l’uomo ha scaricato la sua rabbia sul vetro della macchina che è andato in frantumi. Sul posto è intervenuta un’ambulanza della Misericordia di Montenero i cui volontari si sono prodigati per sedare l’aggressore e solo con l’aiuto di quattro poliziotti sono riusciti a caricarlo sul mezzo di soccorso per trasportarlo all’ospedale. Lì è stato medicato alla mano ferita dai vetri dai medici di guardia ed è stato calmato prima di dimetterlo.
Per fortuna nessun altro è rimasto fisicamente coinvolto.

Riproduzione riservata ©