Si ferisce alla “Cala”, bagnante soccorsa via mare dall’idroambulanza Svs e polizia

Mediagallery

Cade mentre percorre la discesa della Cala del Leone. Brutta avventura per una bagnante di circa 45 anni, di Scandicci, che nello scivolare si è procurata la sospetta lussazione della caviglia sinistra.
Poco dopo le 16,30, assieme al marito, stava raggiungendo la spiaggia quando nel sentiero che conduce al mare è inciampata. Ciononostante è riuscita a rialzarsi e a raggiungere l’acqua. Trascorsi alcuni minuti, mentre si trovava sul materassino, si però è resa conto che il dolore non accennava a diminuire. Anzi, stava aumentando. Così ha attirato l’attenzione delle due moto d’acqua della polizia che stavano transitando di lì in quel momento. Gli agenti hanno raccolto la segnalazione allertando la sala operativa della polizia che a sua volta ha girato la richiesta di soccorso al 118. Sul posto, via mare, è sopraggiunto in pochi minuti, a sirene spiegate, l’equipaggio dell’idroambulanza Svs, coordinato da Simone Scateni (si tratta del primo intervento della stagione che ha preso avvio proprio in questo weekend).
L’imbarcazione ha raggiunto il materassino, due volontari si sono tuffati portando la signora a bordo. Dododiché, l’idroambulanza, scortata dalle due moto d’acqua, è ripartita verso il moletto di Antignano dove ad attendere la malcapitata c’era l’ambulanza dell’Svs che l’ha trasportata in ospedale per gli accertamenti del caso. Poco dopo al pronto soccorso è stata raggiunta dal marito. Tutta l’operazione è stata coordinata dalla guardia costiera.

Riproduzione riservata ©