Servizio navetta per trans: arrestato livornese

Mediagallery

Era da tempo che le pattuglie del nucleo operativo e radiomobile stavano controllando un italiano, trovato moltissime volte alla guida della propria auto con a bordo transessuali e prostitute. Talmente tante volte da far ritenere che non si trattava di un caso o di semplici “cortesie”: ed infatti sono state numerose le volte che i militari hanno documentato come i transessuali scendevano e salivano dall’autovettura proprio nei “luoghi di lavoro”. A confermare il tutto, le dichiarazioni rese a verbale da alcuni transessuali, che hanno sottolineato come gli stessi fossero soliti dare, in più occasioni, dei soldi al livornese per usarlo come un vero e proprio “servizio navetta”. Per l’arrestato, Benedetto Lupo, livornese di 63 anni, il pm di turno ha disposto gli arresti domiciliari nella sua abitazione di Livorno con l’accusa di favoreggiamento della prostituzione. Il fenomeno della prostituzione è, purtroppo, particolarmente sentito nell’area di Migliarino, in particolare lungo la via Aurelia e nella zona industriale.

 

Riproduzione riservata ©