Scoperto centro a luci a rosse, nei guai livornese

Mediagallery

La procura di Genova ha condotto una indagine su un centro massaggi olistici nel capoluogo ligure in cui, secondo gli investigatori, in realtà si svolgevano prestazioni sessuali. L’inchiesta si è conclusa mercoledì 3 settembre con il rinvio a giudizio di cinque persone, tra cui un livornese. Le accuse nei confronti degli indagati sono sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione e associazione a delinquere. Un ruolo chiave nell’organizzazione (in particolare nella gestione del sito internet del centro, della promozione dello stesso sui social, della selezione delle massaggiatrici e di come si effettuava concretamente il massaggio tantrico. Lo stesso livornese si definisce un esperto di quel massaggio) come emerge dagli atti della Procura è stato svolto proprio dal 54enne livornese. L’attività del centro genovese è andata avanti dall’ottobre 2012 al luglio 2013 quando è stato chiuso dalla Procura che ha poi fatto scattare l’indagine.

Riproduzione riservata ©