Mercato, scippa portafogli. Bloccato da passanti

24 ore prima in via Trieste un altro scippo

Mediagallery

Caos in via Giovannetti, traversa di piazza della Repubblica, intorno alle 10,30, per uno scippo. Il malvivente, un italiano di 43 anni poi arrestato, è entrato in azione in zona Mercato. Le grida della vittima del furto, una donna di circa 30 anni che ha un banco al mercato, lo hanno messo in fuga attirando l’attenzione dei presenti. Diverse persone si sono messe all’inseguimento riuscendo a bloccare l’uomo, impedendogli di scappare a piedi, in via Giovannetti. Solo l’arrivo di polizia e municipale ha strappato il 43enne al linciaggio della folla. Lo scippatore – che era riuscito a sfilare il portafogli alla negoziante per poi lanciarlo sotto una macchina quando si è visto scoperto – è stato accerchiato e malmenato con calci e schiaffi e quando è stato spinto a terra avrebbe detto: “Basta, basta, non cammino bene”. Qualcuno per tutta risposta gli ha urlato: “Però per fare certe cose riuscivi a camminare…”. Il fermato è stato prima trasportato al pronto soccorso per alcune contusioni e escoriazioni riportate quando è stato bloccato dai cittadini e poi portato in questura per accertamenti. Qui è scattato l’arresto.

Scippata in via Trieste – Analogo episodio il 19 giugno in via Trieste. Stava passeggiando intorno alle 22 nei pressi della sua abitazione quando, improvvisamente, si è sentita strattonare con forza da dietro. In un attimo le hanno strappato la catenina d’oro che aveva al collo e si sono dati alla fuga… in bicicletta. Proprio così. La vittima dello scippo, una donna di 63 anni, ha visto allontanarsi in sella alle loro biciclette due persone descritte alle forze dell’ordine come nordafricane. La signora ha provato ad inseguirli ma nel tentativo è caduta e, scivolando sull’asfalto, si è procurata alcune ferite alla mano e al ginocchio destro. Sul posto è intervenuta così un’ambulanza del 118 i cui volontari hanno prestato soccorso al malcapitata medicandola sul posto. I due malviventi hanno avuto così modo di far perdere le proprie tracce. Sul posto è intervenuta una volante della polizia che ha ascoltato la testimonianza della vittima invitandola alla denuncia.

Riproduzione riservata ©