Rubato l’arco al campione e ex candidato

"Può darsi che chi lo ha preso tenti di venderlo, offro una ricompensa a chi me lo riconsegnasse o mi mettesse in condizione di ritrovarlo"

Mediagallery

Rubato l’arco a Roberto Idà. A darne notizia su Fb è lo stesso livornese di 67 anni, professione architetto, pluricampione nella disciplina – nel triennio 2012-14 campione toscano, campione europeo nel 2005, campione italiano indoor nel 2013, campione italiano nel 2014 e 2015, nel 2015 quinto ai campionati del mondo – nonché nel 2014 candidato sindaco Sel e Uniti per cambiare Livorno alle primarie del centro sinistra.
Idà ha dimenticato la borsa, con dentro l’arco, accanto all’auto. Qualcuno l’ha notata e l’ha presa. Nonostante indirizzo e numero di telefono per ora nessuno gliel’ha restituita. Idà si trovava in viale Marconi e stava andando ad allenarsi a Rosignano alla compagnia delle Sei Rose (oltre 120 iscritti). “E’ stata una distrazione – dice – me ne sono accorto quando sono arrivato al campo di allenamento. Sono tornato indietro ma, trascorsa un’oretta, non c’era più”.
Per questo il 67enne lancia un appello affinché gli venga restituito l’oggetto: “L’arco – spiega – è un compound ultra elite della Hoyt colore rosso/nero, la borsa è rigida di colore mimetico, ci sono 12 frecce lightspeed con penne arancioni, mirino, sgancio”. E’ un arco vecchio, aggiunge Idà, ma è quello con cui gareggio e giovedì inizia il campionato italiano al quale vorrebbe partecipare. “Può darsi che chi lo ha preso tenti di venderlo, offro una ricompensa a chi me lo riconsegnasse o mi mettesse in condizione di ritrovarlo. Intanto colgo l’occasione per ringraziare i tanti amici che si sono fatti avanti per prestarmi un loro arco, anche se un arco e come un vestito”.

 

Riproduzione riservata ©