Rubato il portafoglio alla mamma dopo il parto

di gniccolini

Mediagallery

La gioia più bella del mondo, abbracciare la sua primogenita dopo un parto estenuante, e poche ore dopo…la beffa: rubato il suo portafoglio dalla stanza al momento delle dimissioni dal reparto. E’ quanto accaduto a una donna livornese di 33 anni, neomamma che ha partorito pochi giorni fa al Santa Chiara di Pisa una bellissima bambina. Tra la felicità immensa dei due genitori la rabbia per lo spiacevole episodio. Al momento di recarsi a firmare i fogli e sbrigare la burocrazia per tornare a casa con la pargoletta, la 33enne torna in stanza (singola) per prendere i suoi documenti da fornire alle infermiere di turno e scopre che dalla sua borsa manca il suo portafoglio con all’interno documenti, carte di credito, effetti personali e circa cento euro.
Inevitabile lo sfogo della mammina: “A te, che mi hai rubato il portafogli dalla stanza in ospedale mentre stavano dimettendo me e la nostra prima bambina, non auguro niente di male. Perché evidentemente hai già un’esistenza molto triste”.
Un gesto deprecabile e probabilmente studiato da qualcuno che ha aspettato che la stanza fosse vuota per pochi minuti per introdursi dentro, rubare il portafoglio e, senza dare troppo nell’occhio, sgattaiolare fuori con il bottino. Così con la piccola in braccio è partita la trafila burocratica di denunce e blocco delle varie carte di credito e bancomat per evitare spiacevoli ulteriori conseguenze.

Riproduzione riservata ©