Ruba all’Asa e rischia di mandare k.o. la rete idrica

Mediagallery

I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Livorno sono intervenuti immediatamente riuscendo a sorprendere l’autore del furto, il 36enne Igor De Maria, un pregiudicato residente a Rosignano Marittimo, proprio mentre era intento ad accatastare circa 20 chili di cavi in rame tagliati ed asportati pochi istanti prima dalla centralina di distribuzione dell’acqua potabile sita nell’area di proprietà della Società “Asa” (Azienda Servizi Ambientali) di Livorno.

L’uomo, infatti, dopo essersi introdotto all’interno dell’area sulla SS1 Aurelia e servendosi di coltelli e forbici poi ritrovati e sequestrati dai militari, ha tagliato i cavi elettrici in rame e, una volta separati dalla guaina isolante, li ha accatastati all’esterno per poi portarli via. La scena, tuttavia, è stata notata da alcuni dipendenti della ditta che hanno immediatamente avvisato i Carabinieri i quali, portatisi sul posto in pochi minuti, sono riusciti a bloccare De Maria e a recuperare l’intera refurtiva. Il danno economico causato dal malvivente si aggirerebbe intorno ai 2.000 €. Il tentato furto ha invece rischiato di causare l’interruzione totale dell’erogazione di acqua potabile in tutta la zona.

Una volta arrestato l’uomo, su disposizione del magistrato di turno, è stato accompagnato alla sua abitazione in regime di arresti domiciliari.

Riproduzione riservata ©