Ristorante senza permessi. Scatta la maxi multa

Gran lavoro da parte della municipale per il contrasto dei fenomeni di degrado urbano, disturbo alla quiete pubblica, lotta alla contraffazione e violazione delle normative in materia di commercio

Mediagallery

Servizio straordinario della polizia municipale nella serata di venerdì 23 ottobre. Ben 10 gli uomini, 2 ufficiali e 8 agenti, in divisa e in borghese (Sezione di Polizia Giudiziaria – Investigativa, Sezione di Polizia Commerciale e Nucleo Antievasione, coordinate dal responsabile della sezione di polizia giudiziaria e investigativa, ispettore Marco Vaccai) scesi in campo per il contrasto dei fenomeni di degrado urbano, disturbo alla quiete pubblica, lotta alla contraffazione e violazione delle normative in materia di commercio. Diverse le operazioni messe a segno.
In ambito di Polizia Commerciale, svolta insieme a quella di antievasione, è stato scoperto un ristorante abusivo aperto in totale assenza di “Scia” (Segnalazione Certificata di Inizio Attività). Si tratta del ristorante Cannatella, in viale Italia, sanzionato per un importo di circa 5.500 euro. Il locale, multato anche per violazione delle norme in materia di pubblicità, è stato oggetto di segnalazione ai competenti uffici dell’Amministrazione Comunale per l’emissione del provvedimento di chiusura in attesa di regolarizzazione.
Sono stati poi controllati 20 veicoli con particolare attenzione ai mezzi immatricolati in Stati esteri per la verifica della regolare presenza sul territorio italiano e finalizzati a scovare tentativi di elusione delle imposte nazionali e locali. Nell’ambito di questa attività sono state rimosse 2 auto straniere (una albanese ed una rumena) che sono risultate essere di proprietà di soggetti/società residenti o con sede all’estero, ma che venivano utilizzate in Italia in violazione delle norme fiscali, tributarie e del Codice della Strada. Le auto, inoltre, risultavano destinatarie di numerosi sanzioni mai notificate per l’impossibilità di reperirne il proprietario. Questa attività ha così permesso agli agenti di individuare l’utilizzatore dei veicoli e notificare le multe per un importo che si attesta intorno ai 4mila euro, nonché permetterà di avviare le procedure per il recupero delle imposte evase (bollo auto, imposte sull’Assicurazione Obbligaroria RC, ecc.);
Nell’ambito della lotta al contro il fenomeno della contraffazione è stato effettuato un sequestro penale di merce a carico di ignoti che, alla vista degli agenti, si è data alla fuga. I controlli si sono concentrati sulle vie del centro con particolare attenzione della zona di via Terrazzini, via della Pina d’Oro, piazza dei Mille, piazza Garibaldi, piazza della Repubblica (dove è stato istituito anche un posto di controllo con la collaborazione di una pattuglia di pronto intervento), via Grande, piazza Grande, piazza Cavour e via Maggi e proseguiranno nei prossimi giorni.

 

 

Riproduzione riservata ©