Calafuria, chiusa la discoteca. Titolari: “Noi parte lesa”. Aperti terrazza, ristorante e beach club

Mediagallery

Risse, danneggiamenti e vandalismi. Il questore dice basta e chiude per sette giorni “Precisamente a Calafuria”. E’ questa l’ordinanza firmata mercoledì 5 agosto dal questore D’Anna dopo l’ennesimo episodio di botte e violenza registrato lo scorso 1° agosto all’interno del locale. La decisione è stata presa a seguito di ripetuti episodi verificatisi da gennaio ad oggi culminati proprio con una rissa avvenuta sabato sera dove è rimasto ferito un giovane dopo una scazzottata che ha coinvolto alcuni clienti.
Il titolare del locale è stato dunque raggiunto lo stesso mercoledì 5 dal provvedimento del questore giunto al termine di un’istruttoria durata mesi e il definitivo provvedimento della sospensione della licenza per una settimana a partire dal 5 agosto. Gli episodi accertati dagli inquirenti, secondo quanto trasmesso dalla questura, si sono verificati nel corso dei mesi sia all’interno che all’esterno della struttura.
La sospensione è scattata ai sensi dell’articolo 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.
Il provvedimento di sospensione riguarda soltanto la discoteca, gli aperitivi sulla terrazza al livello della strada invece continueranno come di consueto durante il periodo estivo.
Al provvedimento replica uno dei soci titolari di “Precisamente a Calafuria” Enrico Catanzano. “Vorremmo specificare che in primis il provvedimento riguarda soltanto la sospensione di poter fare musica di intrattenimento quindi solo e soltanto la discoteca. Ci hanno chiamato molti clienti in queste ore che vorremmo tranquillizzare che tutto il resto rimane aperto: beach club, ristorante e terrazza per l’aperitivo”.
Catanzano entra poi nel merito. “Sugli episodi accaduti vorremo poi sottolineare come si tratti di vandalismi subiti. Si tratta infatti di panchine, lampioni e sgabelli danneggiati nel nostro locale, di nostra proprietà. Siamo dunque parte lesa in questo.
Inoltre l’ultimo episodio contestato nella notte tra venerdì e sabato volevo soltanto sottolineare che è avvenuto fuori dal nostro locale, a locale ormai chiuso. Ma non voglio far polemica. Quello che ci interessa è far chiarezza sui fatti. E la cosa che ci preme è far sapere ai nostri clienti che, a parte la discoteca che riprenderà giovedì prossimo, tutti i nostri servizi rimangono aperti e a disposizione”.

Riproduzione riservata ©