Rissa da far west (5 feriti), chiuso locale

Mediagallery

Una violenta rissa in stile far west con tanto di lancio di bottiglie e bicchieri si è scatenata ieri sera, 14 marzo, all’interno del bar “Controcorrente” sugli scali Novi Lena. Il questore Marcello Cardona ha disposto la sospensione della licenza per quindici giorni.
Il provvedimento è stato adottato a seguito del violento episodio che si è consumato nel locale quando il personale delle volanti è intervenuto sul posto constatando la presenza di più persone, ancora in stato di forte agitazione, che cercavano di accapigliarsi. Il tutto sembra essere nato da una lite tra alcuni italiani e degli stranieri. In particolare, una signora di circa cinquant’anni ha iniziato una colluttazione con un’altra persona, scagliandole addosso una bottiglia che è finita su un altro tavolo. A seguito di ciò la rissa si allargata all’interno del locale. Il bilancio finale parla di cinque persone medicate al pronto soccorso con prognosi dai cinque ai venti giorni. Tra gli identificati vi sono anche soggetti pregiudicati per reati contro la persona commessi con violenza e stupefacenti.
Come detto, dopo un attento vaglio della dinamica dei fatti e degli atti da parte della polizia amministrativa della questura, il questore, al fine di impedire la reiterazione di simili episodi violenti e garantire così l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, ha emesso un provvedimento di sospensione della licenza di cui e’ titolare il gestore del locale, per giorni 15 (quindici) ai sensi dell’articolo 100 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

 

Riproduzione riservata ©