Anziano rapinato al grattacielo, botte in ascensore

Mediagallery

Rapinato mentre sale in ascensore. E’ successo martedì sera, 14 ottobre, intorno alle 19 dopo che il portiere aveva terminato il servizio e si era allontanato con la sua auto parcheggiata nel cortile. In base a quanto appreso, la vittima, R.T, 70 anni, residente nel grattacielo di piazza Roma, aveva appena aperto il portone dello stabile quando è stato aggredito alle spalle da un uomo. “Era giovane, 20-25 anni, e aveva l’accento toscano”, ha dichiarato l’uomo alla polizia che sta indagando. L’anziano è riuscito a divincolarsi ed arrivare all’ascensore. Qui, però, è stato nuovamente raggiunto e bloccato dal rapinatore. Ne è nata una colluttazione in cui il malvivente ha avuto la meglio riuscendo a sfilare il portafogli al 70enne che ha reagito riportando delle ferite al ginocchio.
In quel momento stava scendendo le scale un finanziere fuori servizio, abitante nel palazzo. Il militare, resosi conto della situazione, è intervenuto prontamente ma aveva una mano occupata da una borsa e non è riuscito a trattenerlo più di tanto. Il rapinatore è così riuscito a fuggire assieme a un “palo” che indossava un cappellino. I due sarebbero stati ripresi dalle telecamere di servizio del grattacielo mentre scappano verso l’edicola di piazza Roma tra i passanti, tra cui diverse mamme con bimbi. Il portafogli, con all’interno alcune decine di euro, è stato poi ritrovato tra i cespugli nei pressi del grattacielo ed è stato riportato al portiere.

Riproduzione riservata ©