Rapinata e picchiata in villa da quattro banditi

di gniccolini

Mediagallery

Sono riusciti a scappare dalla villetta di un’anziana signora con una cassetta piena di gioielli d’oro e 700 euro dell’ultima pensione riscossa. Autori della rapina quattro personaggi sconosciuti alla proprietaria di casa, tutti italiani senza particolari accenti, di bell’aspetto e ben vestiti. Il fatto è accaduto ieri, giovedì 19 giugno, intorno all’ora di pranzo all’interno di una palazzina in via Fraschetti, in zona Montenero.
Stando alla ricostruzione fornita alle forze dell’ordine dalla 74enne, protagonista di questa disavventura, quattro complici si sarebbero presentati all’ingresso della sua proprietà a bordo di un’auto verso mezzogiorno. Uno di loro sarebbe rimasto all’interno dell’abitacolo pronto per la fuga, un altro si sarebbe intrattenuto a parlare nel giardino con il marito della donna occupato a curare l’orto, mentre due avrebbero bussato alla portafinestra facendosi aprire dalla signora mostrando due tesserini “taroccati” dell’Asa.
“Siamo dei tecnici venuti a controllare il livello di nickel presente nella sua acqua signora – hanno detto i sedicenti operatori – Secondo i nostri dati i parametri sono sballati e la presenza di troppo nickel potrebbe far prendere fuoco al suo oro e far esplodere le eventuali armi da fuoco presenti in casa sua”.
Con questa atipica scusa i due si sarebbero fatti consegnare prima un fucile da caccia presente nell’appartamento, poi una cassetta piena di anelli, collane e orecchini d’oro che la signora custodiva gelosamente in camera sua insieme ai 700 euro in contanti riscossi con l’ultima pensione.
Al momento di consegnare ai due sconosciuti il tutto la signora ha avuto però un ripensamento e ha cercato di trovare una scusa per non abbandonare il suo “tesoro”. Ma alla vista del “bottino”  i due rapinatori hanno iniziato una colluttazione con la donna per strapparle il malloppo trascinandola per qualche metro e colpendola più volte.
La 74enne a quel punto ha iniziato ad urlare per richiamare l’attenzione del marito ma in un “amen” i quattro erano già a bordo dell’auto fuori dal cancello pronti per la fuga.
Alla coppia rapinata non è rimasto altro che rivolgersi alle forze dell’ordine e recarsi al pronto soccorso dove la vittima è stata curata dai medici di turno per le ferite e le contusioni riportate a causa degli strattoni e dei colpi ricevuti.

Riproduzione riservata ©