Rapinano ragazzina, il padre li insegue: arrestati

Mediagallery

Tentano di rapinare il cellulare a una ragazza, ma il padre che assiste alla scena insegue gli aggressori e li fa arrestare. In manette una coppia livornese, 40 anni lui e 41 lei. E’ accaduto ieri pomeriggio, intorno alle 16,45, in via Garibaldi. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la vittima, 17 anni. stava camminando. Poco distante, vicino all’auto in sosta, si trovava il babbo. A un tratto la ragazza è stata avvicinata da una donna che chiede di poter fare una telefonata. La ragazzina ha la risposta pronta: “Mi dispiace, non ho soldi al cellulare”. E’ a quel punto che la donna ha estratto un taglierino puntandolo alla gola della giovane: “Dammi i soldi”. Sono secondi interminabili. La rapinatrice, per fortuna, si rende conto della presenza del babbo e, per paura di essere acciuffata, sale sullo scooter guidato dal complice e fugge. L’uomo non si perde d’animo e si lancia all’inseguimento dei due rapinatori in scooter. Nel frattempo avverte la polizia. Una volante giunge in zona in pochi minuti. Gli agenti individuano e fermano il motorino con a bordo i due malviventi che vengono arrestati per tentata rapina. Addosso alla 41enne è stato trovato e sequestrato il taglierino.
Dai successivi accertamenti è poi emerso che lo scooter era privo dell’assicurazione e il 40enne alla guida era senza patente. La donna è stata portata in carcere a Pisa, mentre il compagno si trova alle Sughere.

Riproduzione riservata ©