Rapina in pellicceria con pistola, arrestato uno dei tre banditi

Mediagallery

Dopo due anni di serrate indagini i carabinieri sono riusciti ad identificare e a trarre in arresto uno dei componenti la banda che il 10 ottobre del 2011 rapinò la nota pellicceria Dianora in via Bernardina. A finire in manette con l’accusa di rapina in concorso il 51enne Enzo Improta, un pregiudicato di Napoli, che i carabinieri hanno arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Livorno e seguito delle indagini condotte dai militari della compagnia.
I fatti risalgono al 10 ottobre del 2011 quando un gruppo formato da tre uomini, tra i quali l’Improta, fecero irruzione, indossando una tuta della società Sda armati di pistola e coltello. Nella circostanza, dopo aver minacciato i titolari ed i commessi con le armi ed averli legati e rinchiusi dentro uno sgabuzzino, l’Improta ed i due complici, al momento non ancora identificati, facevano razzia di circa cinquanta pellicce il cui valore veniva stimato in oltre 80 mila euro.
Le immediate indagini avviate e condotte dai militari del Nucleo Operativo della Compagnia hanno pertanto consentito a distanza di meno di due anni di dare un nome ed un volto ad uno dei tre malviventi autori della rapina. Nel pomeriggio di ieri l’uomo è stato quindi prelevato dalla sua abitazione di napoli e condotto in carcere. L’attività di indagine è tuttora in corso al fine di arrivare all’identificazione degli altri complici.

Riproduzione riservata ©