Ruba il motorino della suocera: arrestata

Mediagallery

Aveva tentato di rubare il motorino della suocera e, una volta pizzicata dalla vicina, ha supplicato di non chiamare la polizia. Per Lisa Pulcinelli però, livornese di 50 anni, e per il suo amico Hassen Zidi, 24 anni tunisino, sono scattate le manette ai polsi con l’accusa di rapina impropria.  Nel pomeriggio di martedì infatti, intorno alle ore 15,30 due pattuglie sono state inviate dalla sala operativa della Questura in via Giordano Bruno in quanto, a seguito di una telefonata arrivata al 113, era stato segnalato  un tentativo di furto di un mezzo a due ruote.
I poliziotti, arrivati in men che non si dica sul posto, hanno subito fermato i due indiziati (Pulcinelli e Zidi) mentre hanno subito preso i contatti con la richiedente, una donna rumena, la quale mentre si trovava all’interno della sua abitazione, affacciatasi alla finestra che si affaccia sul cortile del condominio, aveva notato la 50enne livornese, indossante un casco grigio e leggins neri, salire sul motociclo della suocera parcheggiato in corrispondenza dell’ingresso del palazzo. Il tutto sotto indicazione di un uomo, il 24enne tunisino, che si trovava poco distante da lei.
Passato l’attimo di sorpresa e, realizzato cosa stesse accadendo, la donna che ha chiamato la polizia ha subito gridato di lasciar stare il motorino e si è immediatamente precipitata in strada cercando di bloccare la Lisa Pulcinelli che stava effettuando una manovra con il veicolo in moto per uscire dal cortile.
La livornese, resasi conto dell’impossibilità di prendere il veicolo, era così scesa dal mezzo togliendosi il casco e gettandolo a terra e implorando la vicina di casa della suocera di non chiamare la polizia.
Per niente impietosita dall’atteggiamento della ladra, ha cercato di trattenerla in attesa della pattuglia ma è stata più volte spintonata e graffiata sull’avambraccio destro. Impaurita, ha dunque desistito nel trattenerla, lasciandola libera di raggiungere il 24enne tunisino che era rimasto a guardare la scena. Fortunatamente è subito arrivata la polizia che ha fermato entrambi e li ha identificati. Entrambi vantano molteplici precedenti penali e di polizia, reati contro il patrimonio e contro la persona e riguardanti stupefacenti. Hassen Zidi è risultato inoltre  avere in atto un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
Per quanto accertato dagli agenti intervenuti i due sono stati arrestati per il reato di rapina impropria in concorso. Terminate le formalità procedurali, Hassen Zidi veniva accompagnato alle Sughere, mentre Lisa Pulcinelli è stata trasferita al carcere di Sollicciano.

Riproduzione riservata ©