Trovati 40 kg di droga in cantina: presi

Ben 40 chili di droga, di cui 37 di eroina, trovati in possesso di due stranieri in una casa in via N. Sauro. I due sono finiti in manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio

Mediagallery

Nella mattina del 9 febbraio la Polizia di Stato, a seguito di numerose segnalazioni di furti all’interno di alcuni condomini delle zone centro-sud di Livorno, è intervenuta, su ulteriore richiesta di alcuni cittadini, in viale Nazario Sauro nell’edificio contrassegnato dai civici 79 e 81, dove era stata segnalata la presenza di persone che stavano “armeggiando” all’interno dei vani dove sono ubicate alcune cantine di pertinenza di quello stabile.

Sul posto venivano sorpresi due cittadini stranieri di origini albanesi intenti a trasportare alcuni sacchi in plastica di grosse dimensioni. I due soggetti, che si trovavano nei pressi di una delle cantine li ubicate, accortisi della polizia cercavano di darsi alla fuga. Uno è stato immediatamente bloccato e l’altro riusciva a guadagnare l’uscita, ma veniva immediatamente fermato nel giardino condominiale dell’immobile adiacente, dopo che lo stesso aveva scavalcato il muro confinante.

droga3I due soggetti sono stati quindi identificati per:
Luku Ilirjan, nato a Durazzo (Albania) in data 21.07.1984, residente a Parma, di fatto in Italia senza fissa dimora
Sula Rezart, nato a Elbasan (Albania) in data 27.04.1989, in Italia senza fissa dimora.

In considerazione del loro comportamento gli operatori della Polizia, immediatamente controllavano cosa vi fosse all’interno dei due grossi sacchi plastificati, constatando che all’interno vi era un ingente quantitativo di sostanza in polvere e sassi di colore beige che dalle successive analisi di laboratorio è risultato essere eroina per un peso rispettivamente uno di 22,4 kg. circa e l’altro di 12,6 kg circa.

Nel giardino condominiale dello stesso palazzo è stata trovata l’autovettura nella quale i due stavano per caricare i due sacchi  in plastica e nella quale  venivano rinvenuti altri contenitori in plastica, solitamente utilizzati per il trasporto di utensili, contenenti ulteriore sostanza stupefacente come eroina (altri 2 kg circa) e di cocaina (2 kg circa) nonché materiale idoneo al confezionamento, alla pesatura ed al taglio dello stupefacente. Alla luce di quanto accertato, rinvenuto e sequestrato i due albanesi sono stati arrestati perché ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di 37 kg. di eroina e 2 kg. di cocaina. Dell’avvenuto arresto e dell’ingente sequestro è stata data immediatamente notizia al sostituto procuratore  di turno Fiorenza Marrara.
Dopo gli adempimenti di rito, gli arrestati sono stati accompagnati al carcere delle “Sughere” a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Riproduzione riservata ©