Rapina le Poste: “Datemi pezzi da 500”, arrestato livornese. In casa il suo kit

Mediagallery

La squadra mobile ha arrestato il 16 aprile (questa mattina è stata diffusa la notizia) l’autore della rapina alle Poste sugli Scali Bettarini avvenuta il 21 marzo mattina. Si tratta di Andrea Ribecai, livornese di 40 anni.
Secondo la ricostruzione della polizia l’uomo ha fatto irruzione nell’ufficio alle 9.15, urlando: “Questa è una rapina”. Nel frattempo si è avvicinato allo sportello dove stava effettuando alcune operazioni una anziana cliente. A quel punto Ribecai ha estratto dalla tasca della giacca un taglierino e una busta di cellophane. L’arma prima l’ha puntata alla gola della cliente e, subito dopo, minacciando la cassiera: “Datemi tutti i pezzi da 500 che avete”.
A questo punto, capito quanto stava accadendo, la direttrice si è avvicinata agli sportelli spiegando al malvivente che gli unici soldi presenti erano quelli da 5 euro custoditi all’interno delle casse contanti, indicando all’uomo dove esattamente si trovassero i soldi. Il Ribecai si è innervosito urlando: “Datemi i soldi subito. Tutto quello che avete”.
Dopo queste ultime pressanti richieste, la direttrice ha prelevato dalle casse tutte le mazzette di banconote da 5 euro per un totale di 500 euro circa. Ottenuto quanto richiesto, il malvivente si è poi allontanato in direzione piazza della Repubblica a bordo di una bicicletta.
La visione delle immagini riprese dalle telecamere a circuito chiuso installate sia all’interno che all’esterno dell’ufficio postale hanno permesso agli investigatori di visionare tutte le fasi della rapina notando dei piccoli particolari del soggetto – caratteristiche somatiche e indumenti indossati – potendo così identificare con certezza l’autore del reato. La perquisizione domiciliare successiva ha consentito di rinvenire alcuni oggetti identici a quelli indossati ed usati dal Ribecai per la rapina: un paio di scarpe da ginnastica modello alto da basket, un paio di occhiali da sole di colore scuro; un paio di pantaloni tipo jeans con vistose macchie scolorite altezza del ginocchio; un giaccone modello tre quarti di colore scuro con cappuccio e cintura. In strada, di fronte all’abitazione 40enne, è stata anche rinvenuta la bicicletta da donna usata per allontanarsi dal luogo. Il tutto è stato sottoposto a sequestro.

Riproduzione riservata ©