Preso il ladro delle Vaschine, braccato dai bagnanti e catturato da municipale e polizia. Parla una delle vittime

Grande il lavoro di coordinamento fra i due Corpi (municipale e polizia) e preziosa collaborazione dei bagnanti che dal mare indicavano ai vigili gli spostamenti da fare per acciuffare il malvivente

Mediagallery

LIVORNO –  “Avvistato il borseggiatore alle Vaschine proprio in questi minuti. Sono tutti a rincorrerlo. Probabilmente e’ sempre nascosto fra i cespugli”. E’ questa la mail-soffiata arrivata alle 15,54 da un nostro lettore, Valeria Rondina.
Proprio negli stessi attimi, altri bagnanti avevano raggiunto la strada e intercettato una pattuglia della polizia municipale che stava svolgendo un servizio di viabilità lungo il Romito. Partita la segnalazione, due agenti-motociclisti hanno raggiunto il punto indicato dai bagnanti, ovvero le Vaschine, poco dopo Calafuria, e hanno iniziato a cercarlo. Dopo lunghe e difficoltose ricerche durate diverse centinaia di metri lungo gli scogli – visto che il ladro, agevolato anche dall’abbigliamento sportivo, si nascondeva tra i cespugli – l’uomo è stato catturato intorno alle 17 dai due agenti-motociclisti con la collaborazione dei poliziotti che nel frattempo si erano portati sul posto. Grande, dunque, il lavoro di coordinamento fra i due Corpi (municipale e polizia) e preziosa è stata la collaborazione dei bagnanti che dal mare indicavano alle forze dell’ordine gli spostamenti da fare per acciuffare il malvivente. Nella stretta finale, infatti, i vigili lo stavano braccando da sotto, mentre i poliziotti lo hanno atteso da sopra scovandolo in un cespuglio.
La persona, di nazionalità straniera (al momento non emergono altri particolari), è stata portata via dalla squadra mobile. I due agenti della municipale e i poliziotti sono dovuti ricorrere alla cure del pronto soccorso per le ferite riportate non solo nella cattura, ma anche nelle ricerche fra la vegetazione impervia.
Come anticipato da Quilivorno.it non più tardi di ieri, 6 settembre, si trattava di un vero e proprio “topo” di zaini e borsette tra gli scogli del Romito, in particolare fra Calafuria e Vaschine, appunto. Il soggetto era stato segnalato alla polizia da alcuni bagnanti che si erano visti sparire portafogli e cellulari. Le segnalazioni pervenute in questura parlavano di un giovane, descritto come straniero, che si aggira furtivo tra gli scogli indossando delle scarpe da ginnastica per muoversi meglio.
Tra gli oggetti più  “gettonati” dal Lupin degli scogli c’erano i cellulari di ultima generazione che spesso vengono lasciati incustoditi dai proprietari a favore di un tuffo refrigerante nelle splendide acque della nostra costa.

PARLA UNO DEI DERUBATI (riportiamo il commento lasciato da un lettore all’articolo)
Ciao a tutti, sono uno dei due ragazzi ai quali è stato rubato lo zaino oggi al mare. Fortunatamente tutto si è risolto per il meglio, la refurtiva è stata recuperata tempestivamente grazie all’intervento, essenziale, di alcuni bagnanti che da subito hanno tentato di bloccarlo, rischiando tra l’altro di cadere dalla scogliera a seguito di uno spintone da parte del fuggitivo, inoltre il ladro è stato preso ed arrestato, meglio di così! Ringrazio tutti i bagnanti che hanno partecipato numerosi e determinati ad individuare questo delinquente ed anche le forze dell’ordine (Polizia e Municipale) che sono arrivate tempestivamente sul posto, determinante il loro intervento! Per chi suggerisce di andare a lavorare anziché al mare (qualche commento sopra) non sto neanche a rispondere, evidentemente nei pochi momenti che questa persona non lavora, essendo impegnata (deduco) 7 giorni su 7, gli piace perdere il proprio tempo con interventi insensati e sicuramente poco intelligenti.

Riproduzione riservata ©