Sos polpette avvelenate: uccisi due cani

Mediagallery

Torna l’incubo delle polpette avvelenate lasciate nelle piazze o nei recinti per cani per uccidere i migliori amici dell’uomo. E’ successo ancora e stavolta in piazza Magenta dove in molti, moltissimi, amano portare i loro amici pelosi a scorrazzare per qualche ora durante la giornata. A lanciare l’sos è la proprietaria di “Ian”(nella foto qui in pagina) che ha fatto partire il suo grido virtuale attraverso facebook con un post che ha fatto il giro del web in poche ore.
Il dramma si è consumato due giorni fa, secondo quanto scrivono preoccupati i proprietari dei cani sul social network, e per il meticcio non c’è stato niente da fare. “Atto criminale”, si legge nel post, “Piazza Magenta, Ian è stato avvelenato ed è già il iansecondo in una settimana nella stessa zona”, scrive la padrona del cane ucciso. Spero che gli esseri ignobili che hanno reso casa nostra vuota e piena di dolore siano quanto meno soddisfatti della forza da perfetti idioti e vigliacchi che dimostrano contro queste anime innocenti”.
La mattina di venerdì 9 ottobre invece spunta, sempre su facebook, chi posta la foto di poleptte avvelenate trovate in via Francia, alla Scopaia.
“Trovate tante polpettine avvelenate distribuite “con cura” nel super condominio di via Francia (Scopaia). Voglio solo dire a quei grandissimi rifiuti della società che gli auguro di soffrire le solite pene. Dolori agonie. Che patirebbe un cane dopo averle ingerite.spero tanto che il mio desiderio si avveri…”. E’ questo quanto scrive e posta sul social network l’autore

LE POLPETTE AVVELENATE TROVATE IN VIA FRANCIA

LE POLPETTE AVVELENATE TROVATE IN VIA FRANCIA

della foto che pubblichiamo qui in pagina. Torna dunque la grande paura per gli amanti degli animali e per i loro padroni di poter essere liberi di portare il proprio cane a spasso fuori a fare una passeggiata.
Non è la prima volta che si verifica un episodio simile nella nostra città. Stavolta il teatro del fattaccio è la centralissima piazza Magenta ma altri “recinti per cani” non sono stati immuni da eventi analoghi nel recente passato (clicca qui per leggere l’episodio in piazza 2 Giugno, e qui per leggere dell’episodio a Shangai)-

Riproduzione riservata ©