Pizzicato a rubare nelle auto in sosta: arrestato 44enne livornese

E nel tardo pomeriggio di ieri sera la polizia è intervenuta in un appartamento in viale Petrarca per un furto da quattromila euro

Mediagallery

Pizzicato a rubare nelle auto in sosta alla stazione. E’ per questo motivo che un livornese di 44 anni, Massimiliano Rossi, è finito in manette dopo un intervento immediato delle volanti della polizia. Alle 11.20 di domenica 18 maggio, gli agenti della polizia si sono precipitati nel parcheggio di via Masi in quanto una donna aveva segnalato al 113 della questura un tipo sospetto che, con un martelletto, aveva infranto il vetro di un’auto  in sosta e rovistava al suo interno. E’ stata la stessa attenta osservatrice a seguire con lo sguardo le azioni del ladro comunicandole così in tempo reale alla sala operativa della polizia.
L’uomo, che aveva imboccato il sottopasso che da via Masi porta a piazza Dante, è stato prontamente bloccato e identificato dagli agenti.
La cittadina che ha chiamato il 113 ha raccontato come alle 11.10 circa, mentre si trovava seduta a bordo della sua auto nel parcheggio di via Masi, aveva notato un uomo che guardava all’interno di tutte le macchine in sosta e quando ad un certo punto il sospetto aveva aperto lo zaino che portava con sé estraendo un martelletto e sferrando un colpo contro il vetro anteriore destro di una Peugeot 206 parcheggiata. E’ a quel punto che la donna ha deciso di chiamare le forze dell’ordine per segnalare cosa stesse accadendo. Nel frattempo, Rossi stava proseguendo la ricognizione delle altre auto parcheggiate fino a che, udito in lontananza il rumore della sirena, aveva iniziato ad incamminarsi verso il sottopasso che porta alla stazione ferroviaria. Al ladro è stato sequestrato all’interno dello zaino verde un martelletto di emergenza, una cesoia in metallo e un paio di forbici da elettricista. Il 44enne è così finito in manette con l’accusa di furto aggravato.

Ladri in appartamento nel weekend: furto da 4 mila euro
Un bottino di circa quattromila euro quello messo a segno da alcuni malviventi in un appartamento di viale Petrarca domenica 18 maggio. La proprietaria dell’appartamento, rientrando a casa verso l’ora di cena, ha notato che la sua porta di casa era chiusa sì, ma senza mandate. Una volta dentro aveva subito notato come sia il tinello che il salotto fossero stati messi a soqquadro. Così è scattata subito la telefonata alla polizia che arrivata sul posto con due agenti ha effettuato subito un sopralluogo dei locali. Da questo è subito emerso  che i ladri erano entrati dalla porta-finestra che dal giardino sul retro della casa conduce alla cucina-tinello e che per fare ciò, avevano forzano la persiana, divelto la zanzariera scorrevole e infine forzato una delle due ante della porta a vetri. La donna ha riferito ai poliziotti di essere stata privata di alcuni monili in oro contenuti in un cassetto del comò della camera da letto, tra cui bracciali, anelli, medaglie e collane, per un valore complessivo di circa 4000 euro.

(immagine d’archivio)

Riproduzione riservata ©