Presi con 190 kg di rame nel bagagliaio

Mediagallery

Nel bagagliaio nascondevano 190 chili di rame rubato sotto una coperta di lana. E’ per questo motivo che tre romeni sono stati denunciati per ricettazione in concorso tra loro.
Il tutto è accaduto sabato 11 aprile, quando gli agenti delle volanti della questura di Livorno, durante i servizi di controllo del territorio hanno controllato in via Enriquez una autovettura (Opel Vectra)  con a bordo tre persone.

La macchina è balzata subito agli occhi dei poliziotti in quanto stava viaggiando con un evidente carico eccessivo sulle sospensioni posteriori. L’Opel Vectra era guidata da un romeno di 50 anni, residente in zona Biscottino, che viaggiava in compagnia di altri due giovani connazionali di anni 31 e 28, residenti in provincia di Pisa.

I tre, alla richiesta degli agenti di cosa trasportassero, davano ognuno informazioni contrastanti. Ad un successivo controllo sono emersi a loro carico  precedenti penali per reati contro il patrimonio. Per questo motivo è stato fatto aprire il bagagliaio dove, nascoste sotto una coperta di lana, venivano rinvenuti 190 kg di matasse di rame.

Condotti in Questura per i successivi e più approfonditi accertamenti, i tre romeni sono stati indagati per ricettazione in concorso vista la dubbia provenienza delle matasse di rame trovate in loro possesso mentre all’autista, il più anziano del gruppo, venivano contestate infrazioni al codice della strada per la mancata revisione periodica obbligatoria, della polizza assicurativa e per essere stato trovato alla guida privo della patente di guida.

La vettura è stata sottoposta al fermo amministrativo. Gli agenti delle volanti hanno provveduto ad acquisire anche il contrassegno assicurativo che è stato esibito dal conducente ai poliziotti in quanto ritenuto dagli stessi probabilmente falso.

Riproduzione riservata ©