In piazza per dire “basta morti sulla strada”

Il presidente di Wwf: "Chiediamo a tutti i partecipanti di portare un fiore o un cartello"

Mediagallery

L’associazione Wwf Livorno e i suoi Pandaciclisti aderiscono alla giornata di mobilitazione nazionale proposta dalla moglie di una vittima della strada e da altre associazioni e subito seguita da altri movimenti, fondazioni, associazioni  e singoli cittadini esasperati dalla situazione di pericolosa inciviltà sulle nostre strade.
“Gli ultimi tre gravi incidenti stradali sulle strade livornesi – spiegano dall’associazione-  non possono che sottolineare l’urgenza di un cambiamento forte a difesa delle utenze deboli come pedoni e ciclisti: occorre pensare ad una Mobilità Nuova rispettosa delle persone e dell’ambiente e ad un tavolo- consulta che possa finalmente mettere in connessione tutti gli uffici comunali interessati, la Polizia Municipale e le Associazioni.

“Martedì  24 marzo 2015, alle ore 17, in piazza Fratelli d’Italia a Livorno, sotto la Prefettura, ci uniremo al grande coro di voci che si leverà da tutto il territorio nazionale – spiegano – Graziella Rossini, responsabile mobilità nuova Wwf Livorno e Diego Guerri, Presidente Wwf Livorno – a sostegno di una nuova cultura di guida moderata e responsabile, di controlli efficaci e prevenzione attiva e per denunciare la grave assenza di risposte alla legittima domanda di giustizia per le vittime della strada e i loro familiari da parte delle istituzioni. Chiediamo a tutti i partecipanti di portare un fiore o un cartello. Alle 17,30 suonerà il “Silenzio” in memoria delle tante, troppe, vittime della strada e verranno elencati alcuni dei loro nomi, senza cognomi, per rappresentare simbolicamente una strage che continua”.

Riproduzione riservata ©