Pestato a sangue in mezzo alla strada. E scoppia il finimondo

Mediagallery

LIVORNO  – Rissa furente oggi pomeriggio, mercoledì 28 agosto, quando verso le 17,30 un ragazzo tunisino è stato letteralmente pestato a sangue in mezzo alla strada davanti agli occhi attoniti dei residenti di via Ademollo. Il tutto, stando a una prima ricostruzione dei fatti, sembra sia scaturito da una precedente lite messa in scena da due ragazze.
A quanto sembra, il ragazzo tunisino si sarebbe messo in mezzo per cercare di difendere una delle due. Tentativo che non sarebbe andato a genio a un altro giovane livornese che, vedendo la scena, avrebbe aggredito con botte e calci lo straniero scaraventandolo a terra e non fermando la sua ira violenta inveendo su di lui anche quando era inerme sdraiato sull’asfalto.
“Era un lago di sangue – ha commentato una donna affacciata alla finestra del primo piano della strada – Era in condizioni gravissime”. “Qui è il Bronx, ci siamo stancati – urlava un’altra donna che si è mischiata alla folla scesa in strada – Non è più possibile vivere in questa maniera”.
Tutta la via si è dunque riversata in strada per assistere alla scena e nel mentre si potevano udire già le prime sirene. A giungere sul posto un’ambulanza dell’Svs con medico a bordo che ha prestato i primi soccorsi al giovane rimasto a terra sanguinante. Subito dopo sono sopraggiunte quattro volanti della polizia e tre pattuglie dei carabinieri che hanno cercato di capire cosa effettivamente fosse successo riportando lentamente la calma nella strada.
In un secondo momento, intorno alle 18, in via Ademollo è arrivata anche un’ambulanza della Misericordia per prestare soccorso a una delle due ragazze coinvolte nella prima lite.
Adesso spetterà alle forze dell’ordine far chiarezza sull’episodio e stabilire cause e responsabilità di questo gesto violento che, stando ai racconti della zona, non rimane un episodio isolato.

Riproduzione riservata ©