Turisti perdono il figlio, i livornesi si fanno in quattro

Mediagallery

Momenti di paura il 28 agosto in via Grande, angolo via Tellini, per un bambino tedesco di circa 8 anni che piangendo correva su e giù per la strada senza riuscire a far capire cosa era successo. L’edicolante dei 4 Mori notando la scena ha chiesto ad un passante di accompagnare quel bambino disperato al vicino commissariato della Polmare in via delle Commedie. Il piccolo, che nel frattempo era riuscito solo a far capire che si chiamava Aron, stava passeggiando con la famiglia in via Grande in attesa di imbarcarsi sul traghetto che doveva portarli in Corsica e a un certo punto si è perso. Dopo averlo tranquillizzato e avergli regalato qualche caramella, gli agenti della Polmare si sono subito messi alla ricerca della famiglia. Non risultavano segnalazioni di scomparsa alle altre forze dell’ordine e quindi è stata contattata la compagnia di navigazione con cui doveva viaggiare. Ma il telefono che era stato indicato per la prenotazione del biglietto non era raggiungibile. Alla fine, un’ora dopo, è arrivata alla Polmare una telefonata dai carabinieri a cui i genitori si erano rivolti disperati grazie all’aiuto di alcuni passanti. Una pattuglia dell’Arma ad accompagnare ha portato i genitori nella sede Polmare dove tra le lacrime hanno potuto riabbracciare Aron. Dopo aver ringraziato le forze dell’ordine e il calore dei livornesi incontrati per strada che avevano cercato di aiutarli la famiglia ha ripreso il viaggio verso Bastia.

Riproduzione riservata ©