Maxi rogo alla Puzzolente. Fumo sulla città

Mediagallery

Una colonna di fumo nero si è alzata nel pomeriggio di sabato 8 agosto intorno alle 15,15  nei cieli dei quartieri nord della città (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere le foto e il video dell’incendio).
Il motivo è presto detto: un maxi incendio che si è sviluppato, secondo la relazione dei vigili del fuoco intervenuti sul posto, all’interno dei recinti della Lonzi Metalli, subito dietro l’impianto. Ancora sconosciute le cause che hanno portato al rogo che ha interessato diversi ettari di terreno limitrofo e di campagna che è andata letteralmente in fumo. Rimasto danneggiato dall’incendio un nastro trasportatore e un camioncino della ditta Lonzi. Paura per i molti residenti della zona a causa delle fiamme che, a causa del vento, hanno presto aggredito i terreni nelle vicinanze della Lonzi stessa lambendo le abitazioni. In un caso, fortunatamente si tratta di una villetta schiera disabitata proprio accanto al deposito di DSCN9908rifiuti al civico 80 di via del Limone, le fiamme hanno invaso il giardino costringendo i vigili del fuoco e i mezzi della protezione civile della Svs a domare immediatamente il rogo che stava divampando pericolosamente ai bordi della strada.
L’incendio ha preso piede, come detto, sul retro del deposito Lonzi divampando e interessando buona parte di vegetazione e di campi incolti andati letteralmente a fuoco. Ingenti le forze dei vigili del fuoco impiegate per cercare di domare le fiamme. L’intervento dei pompieri è terminato intorno alle 18,30 dopo circa tre ore di intenso servizio.
Sul posto, oltre ai volontari Aib della Misericordia di Montenero, anche i tecnici dell’Arpat chiamati per effettuare immediati rilevi sul posto. Ancora incerte le cause che hanno fatto divampare il rogo anche se i vigili del fuoco non hanno dubbi: le fiamme sono partite da dentro i confini dello stabilimento divampando, a causa del vento, per molte centinaia di metri in direzione est verso la Puzzolente.
Di diverso avviso i titolari della Lonzi che fin dal primo allarme lanciato hanno sostenuto che le fiamme fossero divampate fuori dai loro confini. “Hanno preso fuoco delle sterpaglie”, hanno sostenuto dallo stabilimento di stoccaggio di rifiuti. Di diverso avviso il comando dei vigili del fuoco di via Campania. Nella giornata di domani verrà inviata un’informativa alla Prefettura con la documentazione raccolta e la relazione scritta dagli operatori impegnati nello spegnimento del rogo.

Riproduzione riservata ©