Palpeggiò una donna in stazione: via per 3 anni

Mediagallery

Sono passati circa due mesi da quando un 46enne residente a Prato era stato denunciato per molestie e violenza sessuale nei confronti di una donna che aveva riferito di essere stata molestata alla stazione. Dagli accertamenti immediatamente effettuati e dalle indagini successive  è risultato infatti che lo stesso aveva a suo carico denunce da parte della questura di Grosseto e dei carabinieri di Forlì per reati simili. Così ieri è stato decretato a suo carico il foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno nel comune di Livorno per i prossimi tre anni senza la preventiva autorizzazione dell’autorità di polizia. Questa estate una pattuglia della polizia ferroviaria era intervenuta perché una donna aveva riferito agli agenti della stazione di essere stata importunata e molestata da un uomo che, mentre si trovava  all’interno della sala d’attesa, le  si era avvicinato importunandola per  poi cercare di  toccarla nelle parti intime. La ragazza, spaventata e scossa dall’accaduto, si era quindi rivolta  agli agenti, che in quel momento giravano nella zona.
I due poliziotti rintracciarono subito  l’uomo, che era rimasto all’interno dei locali della stazione centrale, denunciandolo per il reato di tentata violenza sessuale.
Un servizio, quello effettuato dagli uomini del questore Cardona, che rientra nell’ambito del piano di  controllo del territorio,  in special modo nelle ore serali e notturne in zona stazione specialmente, al fine di rendere più sicure questo posto permettendo  il tranquillo transito dei viaggiatori .

Riproduzione riservata ©