Omicida (all’ergastolo) evade dal carcere

Mediagallery

L’ergastolano Filippo De Cristofaro è evaso dal carcere. L’uomo era in prigione a Porto Azzurro sull’Isola d’Elba per l’omicidio di una skipper, Annarita Curina, la cui morte risale al 1988. Il carcerato non sarebbe rientrato da un permesso premio concessogli tra Pasqua e Pasquetta. Alla scadenza delle ore di libertà il detenuto non è rientrato in cella. Già nel 2007 il reo evase dalla prigione di Opera. L’omicidio da lui commesso passò alla ribalta della cronaca come “delitto del catamarano”.  Nel giugno del 1988, De Cristofaro insieme alla sua amante olandese Diana Beyer di 17 anni  uccise la skipper Annarita Curina per rubare il catamarano. Secondo la ricostruzione dell’epoca voleva la sua barca prende il largo per una fuga d’amore. De Cristofaro uccise la “timoniera” mentre dormiva a colpi di machete, poi gettò il suo cadavere in mare.
Il caso è seguito dalla squadra mobile e dalla procura di Ancona che si occupò del caso ai tempi del delitto. Controlli anche in città da parte delle forze dell’ordine per riuscire a trovare il fuggitivo.

(nella foto il carcere di Porto Azzurro. L’immagine è di F. Ceragioli pubblicata in Wikipedia Commons libera dal diritto d’autore previa citazione dello stesso)

Riproduzione riservata ©