Obbliga una 13enne a farsi selfie hard, livornese finisce nei guai

Mediagallery

Obbliga 13enne a “selfie” hard, nei guai un livornese. L’uomo, di età compresa tra i 18 e i 20 anni, è stato denunciato assieme a un coetaneo cagliaritano dalla Polizia postale di Cagliari per induzione, produzione e detenzione di materiale pedopornografico.
Secondo la ricostruzione dei fatti avrebbe costretto, anche con le minacce, una tredicenne cagliaritana, contattata sui social network, a scattarsi foto a luci rosse che loro ricambiavano con altrettanti scatti hard.
A fare scattare le indagini sono stati i genitori della ragazzina che, forse controllando il telefonino, hanno trovato sia le foto della figlia che quelle hard degli sconosciuti. Gli agenti hanno sequestrati computer, telefonini e materiale informatico a casa dei giovani. All’interno sarebbero state trovate decine di foto hard della ragazzina e dei giovani denunciati. Da mesi gli agenti della Postale di Cagliari, proprio sul fenomeno “selfie” hanno avviato una campagna di sensibilizzazione per educare e responsabilizzare i giovani sardi sull’utilizzo di Internet e smartphone.

Riproduzione riservata ©