Nube maleodorante invade lungomare per alcune ore

Si tratterebbe di una nube in transito come già successo nelle settimane scorse

Mediagallery

Nube maleodorante sul lungomare. Sono una cinquantina le chiamate ricevute dai vigili del fuoco dalle 15,30 alle 17,15 di ieri 4 settembre da parte di cittadini allarmati dal forte odore di gas che ha invaso, in particolare, la parte sud della città, almeno da Antignano fino al Romito.
Si tratterebbe di una nube in transito come già successo nelle settimane scorse, spiegano dalla centrale del 115. Con tutta probabilità, aggiungono dalla centrale operativa della Capitaneria, si è trattato dell’ingresso in porto in concomitanza di due navi. L’odore non è comunque da attribuire al rigassificatore. La Protezione Civile del Comune informa che la Capitaneria di Porto al momento sta effettuando dei controlli sulla nave Seapacis che si trova in rada, e dalla quale potrebbe provenire il cattivo odore avvertito sul lungomare La nave trasporta crude oil (idrocarburi mescolati). Le operazioni sono coordinate dalla stessa Capitaneria, che aggiornerà gli Enti degli esiti dei controlli. Al momento non risulta che nessuno si sia recato al Pronto Soccorso per problematiche legate alla nube maleodorante.
Le telefonate sono arrivate da viale di Antignano, via Lega, via Sommati, via Elba, solo per citarne alcune. Una squadra di pompieri è in via del Littorale, all’altezza della ferrovia, per cercare di individuarne la provenienza ma al momento sembra un mistero. Allertati anche Arpat, Capitaneria, Protezione civile del Comune, Asa, carabinieri e polizia.

La Protezione Civile del Comune ha effettuando controlli sia a mare che a terra. “La percezione è quella di “odorizzante del gas”, dice il responsabile della Protezione Civile Leonardo Gonnelli. “Siamo in una fase di attenzione, non di allarme – evidenzia – e non risultano al momento problemi di salute di tipo acuto”. Il responsabile della Protezione Civile informa che l’odore è stato avvertito ieri e ieri l’altro a Rosignano e Castiglioncello e che dalle segnalazioni la nube sembra spostarsi da sud verso nord”.

 

Riproduzione riservata ©