Nube maleodorante, mistero. Controlli in corso

Mediagallery

Una nube maleodorante sta tenendo in apprensione da questo pomeriggio mezza città e tutte le autorità competenti impegnate nel dare una spiegazione al fenomeno. In particolare, la nube è stata avvertita nei quartieri sud della città. La Protezione Civile del Comune di Livorno ha effettuato tutte le verifiche di propria competenza (cioè “a terra”) per individuarne la provenienza e i controlli svolti con Ufficio Ambiente del Comune, Asa e Arpat, hanno portato ad escluderne una provenienza “da terra” (fughe di gas o fumi di impianti). Le prime chiamate, un centinaio in tutto durante l’arco del pomeriggio da parte di cittadini allarmati, al centralino dei vigili del fuoco si sono registrare intorno alle 14,30 da Ardenza.
Da parte loro, i pompieri hanno effettuato dal comando di via Campania delle verifiche con il loro sofisticato rilevatore individuando percentuali di gas presenti nell’aria pari a 130 particelle di gas su un miliardo di quelle aspirate/analizzate dallo strumento. Quindi, fanno sapere i pompieri, “niente di preoccupante ai fini della sicurezza”.
Nel corso della giornata un’altra verifica è stata effettuata dall’Avvisatore Marittimo sulle correnti d’aria, scoprendo che la nube proveniva dal mare: il vento, infatti, soffiava da sud-sud ovest. Tuttavia, non vi erano navi gasiera in rada.
La Protezione Civile chiederà pertanto agli enti competenti, già contattati, di intensificare i controlli a mare per arrivare a chiarire, incrociando i dati, sia la provenienza che la qualificazione della sostanza. La nube era stata avvertita, sempre di pomeriggio, anche il 2 di giugno e ieri 5 giugno.

Riproduzione riservata ©