“Non si ruba”, colpito da una testata fuori dal Penny. Alle Sorgenti fornaio mette in fuga ladri di slot

Mediagallery

Quello che doveva essere un taccheggio in un discount si è trasformato in una aggressione. E’ accaduto mercoledì 16 luglio, intorno alle 15,30, al Penny di via Mastacchi. Un senegalese di 40 anni mentre era intento a fare la spesa ha notato due uomini, secondo testimonianze sarebbero dell’Est Europa, aggirarsi fra gli scaffali del supermercato. A un tratto li sorprende mentre infilano nello zaino una bottiglia di vino. “Non si ruba”, esclama l’africano rivolgendosi ai due che, scoperti, sono stati costretti a rimettere a posto la bottiglia.
Tuttavia, non finisce qui. I due uomini vanno alla cassa, pagano una birra e prima di andare via nel piazzale del Penny hanno un chiarimento con il senegalese. Dalle parole si passa ai fatti in pochi minuti e il senegalese resta a terra ferito dopo essere stato raggiunto da una testata. Il gestore del supermercato, informato, non può far altro che chiamare la polizia. Ma all’arrivo della volante i due aggressori si erano già dileguati. Il senegalese è stato trasportato all’ospedale.

In zona stazione invece si è consumato un furto in una tabaccheria. Il colpo è avvenuto nella notte fra mercoledì 16 e giovedì 17 luglio intorno alle 2.4o. I ladri sono riusciti con una cesoia a tagliare la saracinesca in due e una volta all’interno hanno portato via una slot machine. La banda con tutta probabilità è stata disturbata dal titolare del panificio accanto che a quell’ora era già al lavoro. Il fornaio ha notato due uomini salire a bordo di un’auto che poi è partita a tutta velocità verso via delle Sorgenti. Il tabaccaio, avvisato del furto, ha spiegato alla polizia che la slot non conteneva soldi in quanto era stata svuotata nei giorni scorsi da una grossa vincita.

Riproduzione riservata ©