Nel fosso con l'auto mentre scappa dalla polizia, era alla guida senza patente. Complice in fuga

Lo straniero alla guida non aveva mai conseguito la patente e l’auto, una Alfa Romeo, era priva di assicurazione

Mediagallery

Inseguimento in zona Corbolone da parte della polizia. Tutto è iniziato quando gli agenti hanno visto arrivare nel senso di marcia opposto al proprio una Alfa Romeo 145 sulla quale viaggiavano due cittadini extracomunitari.
I poliziotti hanno cercato di bloccare la macchina per procedere al controllo, ma il passeggero anticipando la mossa della pattuglia è sceso dal veicolo e ha iniziato una corsa forsennata in direzione del tiro a volo presente poco distante, mentre l’autista ha gettato qualcosa dal finestrino e ingranando la retromarcia ha tentato la fuga. Durante l’inseguimento del fuggitivo a piedi gli agenti hanno notato che era stata fatta cadere una cospicua quantità di materiale bianco dalle mani e si gettava nella macchia facendo cosi perdere le tracce di sé. Il conducente del veicolo invece ha terminato la fuga finendo con l’auto dentro un fosso laterale alla strada. Prontamente gli agenti si sono avvicinati allo straniero che, sceso dall’autovettura ha tentato la fuga ma è stato prontamente bloccato. Il veicolo, rimasto in bilico nel fosso, non risultava rubato.
I poliziotti hanno controllato della strada percorrendola a piedi a ritroso alla ricerca di quanto i due stranieri avevano cercato di disfarsi ma sono stati rinvenuti solamente degli involucri completamente distrutti e il materiale al loro interno irrecuperabile, in quanto la strada in quel punto è solo sterrata. L’autovettura e lo straniero, un giovane cittadino marocchino del 1979 privo di documenti e senza fissa dimora in Italia, sono stati sottoposti a perquisizione. All’interno della vettura sono stati sequestrati 1,13 grammi di cocaina.
Da ulteriori accertamenti lo straniero non risultava aver mai conseguito la patente di guida e l’autovettura risultava priva di copertura assicurativa. Infatti sul vetro anteriore del veicolo era esposto un contrassegno assicurativo, palesemente contraffatto, infatti risultava essere una fotocopia in bianco e nero con impressa una data di scadenza , ma da accertamenti effettuati il veicolo risultava scoperto di assicurazione obbligatoria dal 31.07.2013. Lo straniero sottoposto ai rilievi foto dattiloscopici è risultato inoltre colpito da un ordine del questore di Milano a lasciare il territorio nazionale emesso nel 2012 a cui mai aveva ottemperato. Alla luce dei fatti lo straniero è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio, resistenza a pubblico ufficiale, uso di atto falso e per guida senza patente. Il veicolo è stato posto sotto sequestro.

 

Riproduzione riservata ©