Nascondeva un etto di droga in casa: arrestato 19enne

Mediagallery

I carabinieri del Nucleo Operativo di Livorno hanno arrestato un 19enne, R. M.,  livornese per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente essendo stato sorpreso a casa con oltre un etto di hashish e per tentata estorsione e furto aggravato. Il giovane, poche ore prima infatti, si era reso anche responsabile di una tentata estorsione ai danni di un coetaneo dal quale pretendeva, dietro minaccia, la consegna di 460 euro. Secondo quanto ricostruito dai militari, la vittima sarebbe infatti un ex consumatore di droga rifornitosi in passato proprio da R. M. e che, una volta smesso di consumare lo stupefacente, sarebbe stato oggetto continuo di angherie e soprusi accompagnati da richieste di denaro. Pochi giorni fa, in particolare, nel corso dell’ennesima discussione, il 19enne, stando a quanto riferito dalla giovane vittima, avrebbe sottratto il cellulare al coetaneo pretendendo, in cambio della restituzione del telefono, la somma in questione. A questo punto la vittima, accompagnata dal padre, si è rivolta ai carabinieri per chiedere aiuto. I militari, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, si sono recati a casa del giovane per effettuare una perquisizione volta a trovare il telefono cellulare. Nella circostanza rinvenuto e sequestrato nella camera da letto del 19enne un panetto di hashish, avvolto nel cellophane. Il ragazzo è stato pertanto tratto in arresto e ricondotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Riproduzione riservata ©