Muore 7 giorni dopo il matrimonio. Addio Roberto, lascia il tuo ricordo

Domenica scorsa era riuscito a coronare il proprio sogno celebrando nel reparto di cure palliative le nozze con Luana Di Nasso

Mediagallery

Muore una settimana dopo aver celebrato il matrimonio. Roberto Bardini, 69 anni, portuale in pensione, due figli, quattro nipoti, si è spento la vigilia di Pasqua, intorno alle 11, nel reparto di cure palliative dove era ricoverato per il tumore dell’amianto.
Roberto aveva sempre combattuto come un leone e domenica scorsa era riuscito a coronare il proprio sogno celebrando in reparto le nozze con Luana Di Nasso dopo un fidanzamento durato 20 anni. I funerali, a cura dell’Svs, saranno celebrati oggi alle 11 all’interno della cappellina della camera mortuaria. Poi il corpo sarà portato al cimitero dei Lupi per la cremazione. Roberto era un grande tifoso del Livorno e domenica era riuscito a vedere la partita contro il Chievo. La montagna era l’altra sua grande passione. Negli ultimi anni, dopo la pensione, si era dedicato al bar di famiglia, Caffè Cantina in piazza Sforzini, aperto e attualmente sempre gestito dai figli Claudio e Massimo.
Adesso, stretta nel dolore, la famiglia porterà avanti la battaglia per veder riconosciuta la causa della morte di Roberto Bardini. Secondo i figli è da ricollegare all’amianto, al fatto che l’uomo durante i suoi anni di lavoro abbia respirato le fibre al cantiere, sulle barche. Per questo, quindi, i figli chiedono giustizia.

Riproduzione riservata ©