Muore ciclista di 38 anni contro un’auto

Mediagallery

Non ce l’ha fatta il ciclista che ieri sera, 30 maggio, poco dopo le 20,  si è scontrato con un’auto in via Garibaldi. La vittima, Festim Faci, di origine albanese, aveva 38 anni. Lavorava come operaio per una ditta edile albanese. Qualche mese fa era stato messo in cassa integrazione perché la crisi si era fatta sentire anche per la ditta per cui lavorava, ma lui non si era dato per vinto e aveva continuato a cercare lavoro. Lunedì aveva trovato un’occupazione. Lascia nel dolore la moglie e i tre figli.
Secondo quanto ricostruito dalla municipale, anche grazie ad alcune testimonianze, l’uomo stava pedalando in via Pellegrini quando ha svoltato in via Garibaldi. In quel momento stava transitando da via Garibaldi, in direzione via Galilei, un’auto. Il conducente alla guida lo ha visto all’ultimo e non è riuscito a evitarlo. Il ciclista è volato sul cofano per poi rovinare a terra riportando un violento trauma cranico, oltre a contusioni varie su tutto il corpo. La Misericordia di Livorno lo ha trasportato d’urgenza all’ospedale, dove era ricoverato nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata. Questa mattina intorno alle 8, in seguito ai traumi e alle lesioni riportate nello scontro, è deceduto.
Chi lo conosceva lo descrive come un instancabile lavoratore, sempre pronto a farsi in quattro per la sua famiglia che aveva portato dall’Albania. Leale, sorridente, aveva sempre una parola gentile per tutti.

Riproduzione riservata ©