Municipale, blitz notturno: sequestri e multe. I dati

Mediagallery

Un’operazione complessa, 13 uomini e donne in campo con l’obiettivo di passare al setaccio il centro storico di Livorno. E’ questo quanto è accaduto nella serata di mercoledì 23 settembre quando, in un’ottica di maggior presenza sul territorio cittadino per il contrasto dei fenomeni di degrado urbano, disturbo alla quiete pubblica, lotta alla contraffazione e violazione delle normative in materia di commercio, sono scese in campo le Sezioni Specializzate della Polizia Municipale di Livorno (Sezione di Polizia Giudiziaria – Investigativa, Sezione di Polizia Commerciale e Nucleo Antievasione) che, coordinate dal responsabile di area, il dottor Fabio Cerini, hanno effettuato un servizio straordinario notturno che ha coinvolto ben 13 tra uomini e donne del Corpo (1 dirigente, 2 ufficiali e 10 agenti), in borghese ed in divisa.
Durante il blitz è stato infatti eseguito un sequestro penale di  59 capi di abbigliamento contraffatti (per un valore di circa 3mila euro) di marchi importanti come Colmar, Patrizia Pepe, Gucci, Liu Jo, Burberry, Fred Perry, Armani, Ralph Lauren.
Non sono quindi mancate le relative denunce all’autorità giudiziaria con l’accusa di introduzione nello stato e commercio di prodotti falsi e ricettazione.
Durante la serata sono stati controllati 30 con particolare attenzione ai mezzi immatricolati in stati esteri per la verifica della regolare presenza sul territorio italiano. La verifica è stata finalizzata a scovare tentativi di elusione delle imposte nazionali e locali.
In tutto ben 50 persone sono state controllate.  Ma non finisce qui. L’attività della Polizia Commerciale ha portato alla scoperta di due negozi che esercitavano l’attività in assenza di qualsivoglia titolo o autorizzazione. Si tratta di circolo privato che non rispettava le norme sulla sorvegliabilità, somministrava alimenti e bevande ai non soci e nel contempo metteva musica in assenza di una valutazione di impatto Acustico.
Altro locale finito nel mirino: un pubblico esercizio che esercitava la propria attività oltre l’orario consentito.
Sono state quindi contestate le violazioni delle normative Regionali e Nazionali per un importo totale di circa € 19.000.
Nell’ambito dei controlli sono state elevate anche alcune contestazioni per la violazione delle norme sulla circolazione stradale. I controlli si sono concentrati sulle vie del centro con particolare attenzione della zona di via Terrazzini, via della Pina d’Oro, Piazza dei Mille, Piazza Garibaldi, Piazza della Repubblica (dove è stato istituito anche un posto di controllo con la collaborazione di una pattuglia di pronto intervento), via Grande, piazza Grande, piazza Cavour e via Maggi e proseguiranno nei prossimi giorni.

Riproduzione riservata ©