Street control, altre 140 multe. “Lo scopo non è far cassa”

Centri di ascolto mobili: ecco dove saranno presenti durante la prossima settimana

Mediagallery

Da lunedì 11 a venerdì 15 gennaio sono state oltre 140 le multe comminate dal nuovo occhio elettronico mobile (street control) montato sopra la pattuglia della polizia municipale. “Lo scopo principale di questo nuovo strumento – spiega Michela Pedini, titolare posizione organizzativa delle sezioni Territoriali Sicurezza e Mobilità della Municipale – è quello principalmente di rendere fruibili per i mezzi di trasporto pubblico le corsie preferenziali a loro riservate e sempre più spesse occupate da soste abusive. In secondo luogo l’occhio elettronico potrà individuare in un lampo le targhe delle auto sprovviste di assicurazioni e parcheggiate in carreggiata. Con questo street control siamo partiti soft, non ci interessa far cassa, ci interessa che la cittadinanza impari a conoscere lo strumento. La prossima settimana (da questo lunedì 18 gennaio) sarà attivo nuovamente tutti i giorni alternato mattina e pomeriggio nelle zone più problematiche relative al problema delle corsie preferenziali intasate dalle soste selvagge in via Garibaldi, via Marradi, via Provinciale Pisana e via Grande. Al contempo – prosegue la dottoressa Michela Pedini – metteremo in campo il carro attrezzi tre volte a settimana per essere meglio incisivi”.
Ma il lavoro della municipale non si ferma a questo. Come in molti ormai sapranno sono attivi da qualche settimana i centri di ascolto mobile che lunedì pomeriggio saranno presenti al servizio del cittadino in zona Magenta, martedì mattina zona Repubblica, mercoledì mattina via del Giglio, giovedì mattina in via Toscana, venerdì pomeriggio piazza XX Settembre e sabato mattina gli agenti torneranno in via del Giglio.
Le location sono state scelte in base ai report e alle segnalazioni dove ci sono più persone che richiedono questo tipo di innovativo servizio.
Ma questo inizio anno è anche il mese dell’inizio della sperimentazione della Ztl notturna in Venezia dove ogni giorno una pattuglia della Municipale staziona per istruire la cittadinanza sul nuovo piano del traffico e su come sarà effettivo a partire dal 10 febbraio prossimo. Per sensibilizzare i residenti in campo anche i volontari della Protezione Civile che hanno iniziato un servizio di volantinaggio in cui viene spiegato e illustrato il nuovo quartiere “blindato” dagli occhi elettronici e indicate le nuove aree pedonali (al momento non molto apprezzate dai “veneziani”).
Di notte la Municipale continuerà ad essere presente nel quartiere con una pattuglia operativa dalle 20 alle 2 di notte e una dalle 2 di notte alle 8 del mattino.

Riproduzione riservata ©