Arrestato uno dei due rapinatori in moto

Mediagallery

La polizia ha arrestato uno dei due rapinatori che ieri pomeriggio, giovedì 19 febbraio, hanno minacciato, strattonato e derubato di  7mila euro in contanti un anziano livornese di 85 anni che passeggiava in Borgo Cappuccini. Si tratta di Marco Senesi, livornese di 46 anni, rimasto poi ferito a seguito di un incidente stradale a bordo della moto con la quale si stava dando alla fuga con il suo complice che, al momento, è riuscito a far perdere le sue tracce scappando dopo lo schianto contro un’auto all’incrocio tra via Bois e via Fioravanti in zona piazza Roma.  Per il 46enne, che ha riportato la frattura ad una gamba, sono scattate le manette ai polsi. Il gip del tribunale di Livorno ha disposto la misura cautelare degli arresti in carcere e Senesi è stato dunque trasferito alle Sughere nella mattina di questo venerdì 20 febbraio. Sono ancora in corso le indagini per riuscire a trovare il complice datosi alla fuga.

La cronaca dei fatti- Sono arrivati a bordo di una moto da cross, hanno avvicinato un 85enne, in Borgo Cappuccini, e lo hanno rapinato minacciandolo con un coltello. Poi subito dopo la fuga a tutto gas con un bottino 7mila euro in contanti. Il tutto è accaduto intorno alle 16.45 di questo giovedì 19 febbraio. La vittima, già vittima di una rapina a gennaio quando gli fu rubata una cifra simile, è caduta terra dopo essere stata strattonata e ha subito chiesto aiuto ad un uomo che ha visto tutto dall’inizio alla fine e non ha esitato così a chiamare il 113 fornendo una descrizione dei due malviventi, la direzione di fuga (verso piazza Roma) e qualche dettaglio sulla moto (Enduro di colore nero). Sul posto si è portata subito una volante che ha prestato soccorso allo sfortunato protagonista del fattaccio e ha chiesto l’ausilio di un’ambulanza intervenuta sul posto per il soccorso medico necessario a seguito della caduta. Per lui, soccorso dalla Misericordia di Livorno, per fortuna solo qualche escoriazione, oltre a tanto spavento.
La fuga e lo schianto- Nel frattempo, circa cinque minuti dopo, è arrivata un’altra chiamata alla centrale operativa del 113 che parlava di una moto da cross protagonista di un incidente in via Bois, all’incrocio con via Fioravanti, a distanza di poche centinaia di metri dal luogo del reato. Qui un’auto ha colpito in pieno il mezzo a due ruote con a bordo i due uomini incappucciati (stessa descrizione fornita dal testimone della rapina). Uno di loro, rimasto tramortito a terra per lo scontro con la sospetta frattura di una gamba, è stato trasportato al pronto soccorso dall’ambulanza (sempre della Misericordia); l’altro, zoppicante ma ancora in forma, è riuscito a guadagnarsi la fuga a piedi verso viale Nazario Sauro.
Secondo alcuni testimoni, il 46enne, residente nel Rosignanese, avrebbe gridato al suo compagno di scappare via veloce. Addosso al ferito alla guida della moto trasportato in ospedale è stato trovato anche un coltello.
Secondo gli inquirenti si tratterebbe degli stessi che poco prima si sono resi protagonisti della rapina in Borgo. La polizia è sulle tracce dell’uomo che si è dato alla fuga in seguito dell’incidente. L’amara ironia del caso ha voluto che all’ospedale la vittima incontrasse uno dei due rapinatori.

Riproduzione riservata ©