“Minacce? Mai ricevute fino ad ora”. Tutte le reazioni

Mediagallery

Ecco tutte le reazioni all’atto incendiario contro una pattuglia dei vigili urbani parcheggiata in via Pollastrini.

Il sindaco – “Un atto vandalico ingiustificabile verso il quale esprimo la mia più ferma condanna. Manifesto a nome della Giunta Comunale vicinanza e solidarietà al Corpo della Polizia Municipale per questo atto di sapore intimidatorio”.

Il comandante della municipale Riccardo Pucciarelli – “Provo molta amarezza e tristezza di fronte a questo gesto che mi lascia sconcertato e al tempo sorpreso per l’orario in cui è avvenuto. Non riesco a capacitarmene. Che io mi ricordi è la prima volta che si verifica un episodio del genere nei confronti del Corpo. Minacce, avvisaglie? Assolutamente no, nella maniera più assoluta. Vedremo adesso di riuscire a risalire all’autore attraverso i fotogrammi ripresi dalle telecamere. Intanto colgo l’occasione per ringraziare i colleghi della polizia di stato per la prontezza e rapidità con cui sono intervenuti”.

Il Pd – Il Gruppo del Partito Democratico esprime la propria solidarietà e vicinanza al corpo dei vigili urbani. L’attentato incendiario all’auto della Polizia municipale parcheggiato proprio sotto il palazzo comunale, usa i vigili per colpire le istituzioni. Di fronte a questi atti, mai visti nella nostra città, si risponde con la ferma condanna e una netta presa di distanze. Auspichiamo che le indagini portino rapidamente ad individuare il responsabile o i responsabili, ma nel frattempo auspichiamo che si sollevi rapidamente un fronte che isoli un gesto di una gravità senza precedenti.

Il Segretario Provinciale Riccardo Martelloni – Il S.U.L.P.L. (Sindacato Nazionale Unitario Lavoratori Polizie Locali) segreteria provinciale di Livorno esprime la piena solidarietà ai colleghi del Corpo di Polizia Municipale di Livorno e condanna fermamente questi atti vigliacchi dai quali, è necessario prendere subito le dovute distanza e condannandoli. E’ altresì necessario iniziare a riconoscere il diverso e particolare ruolo svolto dalla Polizia Locale che, sempre più spesso, si trova ad essere il primo “cuscino” tra le istituzioni e i problemi che purtroppo stà vivendo la nostra società. Siamo erroneamente indotti a pensare che alla Polizia Locale certe cose non possano succedere perché individuati come impiegati comunali e benché inquadrati nel medesimo contratto, di fatto, questa esercita ruoli e compiti molto diversi. E’ quindi necessario che si provveda subito a prendere atto della situazione, della gravità del fatto accaduto e della necessità di pensare subito a porre in essere azioni preventive e le previste dotazioni strumentali a tutela degli operatori di Polizia Locale come per gli operatori delle altre Forze di Polizia.  Il gesto compiuto non va assolutamente sottovalutato, le circostanze di tempo e di luogo, l’ora del vile atto, potevano portare anche a ben più gravi conseguenze con il coinvolgendo e danno a cittadini innocenti che si potevano trovare a passare nella zona. E’ anche grazie, e non solo del fato, al tempestivo ed immediato intervento dei colleghi della Polizia Locale e dei vigili del fuoco che è stato possibile evitare possibili e ulteriori conseguenze. L’aggravio della situazione economica in tutto il paese, l’accresciuta insofferenza e disagio sociale, in quanto anche cittadini, lo comprendiamo benissimo perché anche noi con le nostre famiglie ne siamo colpiti ma questo non può, ne potrà, ne dovrà mai giustificare azioni vili e vigliacche. Alle azioni vigliacche l’unica risposta non può essere che quella della condanna unanime e l’asupicio che il colpevole o i colpevoli siano al più presto assicurati alla giustizia. Per questo, come O.S. di categoria, riteniamo già da subito di dover attivare incontri urgenti con il Comando e il Sig. Sindaco (ai quali abbiamo già inviato formale richiesta) al fine di attivare strumenti e procedure operative a tutela preventiva per gli operatori di P.L. e a salvaguardia della loro incolumità e per una migliore garanzia di legalità ai cittadini nonchè per porre in essere azioni dirette a una proficua ricostruzione dei giusti rapporti che ci devono essere tra operatori di Polizia e i cittadini, nell’interesse della collettività e di una società che vuole essere rispettosa della legalità, delle regole e delle leggi. Come sindacato nazionale maggiormente rappresentativo della categoria ci sentiamo di poter e volere, a nome e per conto di tutti i colleghi della Polizia Locale di Livorno e Italiana, ringraziare i cittadini e i rappresentanti delle istituzioni che hanno espresso la loro solidarietà alla Polizia Municipale di Livorno. Il garantire il rispetto delle regole è un compito difficile e gravoso ma che che siamo onorati ed orgogliosi di fare e per questo cerchiamo di compierlo nel miglior modo possibile, con tutti i mezzi, strumenti e risorse umane disponibili così come la totalità degli operatori dei vari settori pubblici (Operatori di Forze di Polizia, Operatori dei Vigili del Fuoco, Operatori Sanitari e di emergenza e soccorso, operatori di uffici pubblici e di front office, ecc) cerca di fare ogni giorno, con ogni mezzo a loro disposizione. Nessuno nega che possano anche esistere delle eccezioni, le cosiddette “mele marce”, ma queste sono eccezioni, casi singoli, e laddove esistessero, come tali vanno identificati e trattati perché generalizzare sarebbe uno tra i più gravi errori che si potrebbe compiere.

Giovanna Cepparello presidente consiglio comunale – Il gravissimo episodio accaduto oggi in via Pollastrini è oltremodo preoccupante. La nostra città sta vivendo infatti un momento estremamente difficile, attanagliata com’è dalla crisi economica che morde ogni giorno di più. Proprio in situazioni di questo tipo, il ricorso a pratiche violente diventa un pericoloso acceleratore della tensione e della instabilità sociale. Condizioni nefaste, assolutamente sfavorevoli per tentare di affrontare i problemi in modo proficuo, efficace e civile. Mi auguro che si tratti di un episodio isolato, da condannare, ovviamente, con fermezza. Agli operatori della Polizia Municipale di Livorno va tutta la mia solidarietà, unita alla gratitudine per la professionalità con la quale ogni giorno svolgono il loro compito.

Il gruppo Consiliare M5S – Il gruppo consiliare M5S esprime ferma condanna verso l’atto estremistico di uno sconosciuto nei confronti di una vettura dei vigili Urbani incendiandola con una bomba molotov. In questo particolare momento di crisi politica economica può portare le persone a esternare la loro rabbia con la violenza e per questo, ci sentiamo in dovere di vigilare senza sottovalutare l’illegalità e la violenza come arma di lotta che si colloca fuori da qualsiasi forma di democrazia. Riteniamo che il dialogo debba essere sempre perseguito per risolvere eventuali conflitti alla ricerca di soluzioni in linea con la libeertà e democrazia. Per quello che è successo, il gruppo consiliare M5S manifesta piena solidarietà al corpo della Polizia Urbana e dell’Amministrazione Comunale per il vile attentato, nella speranza che sia da considerare un evento isolato e non un atto creato da gruppi organizzati.

Assessore regionale Simoncini – Un atto intimidatorio assolutamente da non sottovalutare, per cui auspico che si possano individuare quanto prima responsabilità e motivazioni”. Così l’assessore regionale Gianfranco Simoncini commenta quanto successo questo pomeriggio a Livorno, con la molotov scagliata contro un’auto dei vigili urbani in sosta davanti al Comune di Livorno. “Un episodio che suona ancora più grave in giorni e in settimane in cui l’attenzione delle forze dell’ordine deve essere concentrata al massimo sui pericoli del terrorismo internazionale – sottolinea Simoncini, condannando fermamente il gesto. – Nell’auspicare che si tratti dell’azione isolata di un irresponsabile, esprimo la mia solidarietà ai vigili e a quanti altri, con il loro lavoro quotidiano, rappresentano un costante presidio di legalità nelle nostre città.

Capogruppo PD Provincia di  Livorno Federico Mirabelli – Nel pomeriggio in pieno centro e vicino al Comune è stata incendiata un’auto dei vigili urbani. Un fatto grave, che colpisce le istituzioni, da condannare con fermezza. Confidiamo nell’indagini dell’autorita’ competenti affinche’ sia fatta la massima chiarezza sulla natura di tale atto vandalico. Il gruppo PD della Provincia esprime la propria solidarietà al corpo dei vigili urbani del Comune di Livorno.

Franca Rossi (Sel) – Non possiamo scrivere un comunicato qualsiasi, non oggi! La Federazione Livornese di SEL, esprime la propria preoccupazione per la gravità di un gesto che appare difficile da giustificare e da inquadrare come vandalico o sconsiderato. Due i punti fermi: la ferma condanna per il vile gesto ed una sentita solidarietà nei confronti del Corpo dei Vigili urbani di Livorno. Ma non ci sembra sufficiente. Ha ragione il Comandante Pucciarelli, non è un atto doloso “qualunque”. Come organizzazione politica sentiamo l’obbligo di riflettere, e forse di cercare anche di capire se possa esserci un nesso tra l’accaduto e la situazione di forte disagio sociale che sta imperversando, non certo da ora, nella Nostra città. Resta ferma l’impossibilità di cedere anche alla minima comprensione per un gesto che riteniamo indiscutibilmente irricevibile.

La FP CGIL di Livorno esprime la propria solidarietà verso le lavoratrici ed i lavoratori della Polizia Municipale di Livorno per il vergognoso gesto di cui si sono trovati vittime.

La Segreteria Provinciale di Livorno UGL-Polizia di Stato – La nostra Organizzazione Sindacale, in merito al gravoso fatto avvenuto nella giornata del 16 febbraio c.a., ovvero il lancio di una bomba molotov contro un’autovettura della Polizia Municipale di Livorno, parcheggiata accanto al comune, vuole esprimere alla stessa ed ai colleghi locali la più totale ed incondizionata solidarietà.
Il gesto gravoso del quale si è reso protagonista in pieno giorno in una zona centrale e tra le più frequentate città, un criminale a bordo di una bicicletta, deve far riflettere tutti su quello che rappresenta.
Colpire con un arma da guerra, perché di questo si tratta, un autovettura della Polizia Locale che rappresenta le istituzioni cittadine e la legalità è da considerarsi un atto terroristico e così deve essere perseguito.
Auspichiamo che dalle autorità provinciali ai singoli cittadini arrivi la piena solidarietà con l’Amministrazione Municipale e una ferma condanna contro questo atto che fa tornare alla mente periodi bui per la nostra democrazia, che mai vorremo dover tornare a rivivere.

Svs – Ferma condanna e solidarietà al corpo dei vigili urbani ed al comune per l’inaccettabile gesto. Segnali preoccupanti di un disagio sempre più violento che può essere sconfitto solo tornando alla solidarietà nella comunità.

Elisa Amato (Forza Italia) – L’attentato avvenuto è un’azione riprovevole da condannare con forza. Si esprime la massima solidarieta’ e vicinanza alla Polizia Municipale che giorno dopo giorno vigila sulla nostra sicurezza con professionalita’e abnegazione.

Riproduzione riservata ©