Maltratta la moglie per oltre un anno, allontanato da casa dal giudice

Mediagallery

Prosegue con la massima incisività l’azione delle forze dell’ordine e della magistratura nel contrasto a tutte le forme di violenza domestica.
Il 10 agosto la Squadra Mobile di Livorno ha dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare per J. I. nato in Romania, classe 1976, residente a Livorno in zona Garibaldi, incensurato. L’uomo è stato indagato per i reati di maltrattamenti in famiglia, minacce e lesioni  da lui perpetrati, per lo più in stato di alterazione alcolica, nei confronti della moglie J.M. nata in Romania, classe 1981, incensurata.
Le indagini della Squadra Mobile hanno dimostrato come la vittima, dal 2012 e sino al 3 agosto 2013 (data dell’ultimo episodio) è stata sottoposta ad atti di violenza fisica e morale da parte dell’indagato quali ripetuti e gravi maltrattamenti, continui insulti, minacce, percosse. Ciò anche alla presenza dei figli minori della coppia. Da ultimo l’indagato, all’apice di un’ aggressione fisica che ha procurato alla vittima lesioni personali guaribili in 10 giorni, era arrivato a minacciare la donna anche con un coltello, dicendole anche che l’avrebbe ammazzata se avesse chiamato la Polizia. Il tempestivo intervento delle istituzioni ha posto fine alla situazione, grazie al provvedimento di allontanamento adottato dal giudice.

 

 

 

Riproduzione riservata ©