Lavoro in nero nei locali: tre sanzioni

Mediagallery

Proseguono i controlli, svolti congiuntamente, soprattutto nei weekend, da polizia di stato, carabinieri, guardia di finanza, polizia municipale, ispettorato del lavoro,Inps e Inail, volti a monitorare la situazione dei locali pubblici, nonché il rispetto delle regole nell’ambito delle attività commerciali autorizzate, specie quelle dedicate alla somministrazione di alimenti e bevande oppure quelle che vi uniscono anche l’attività danzante e di intrattenimento del pubblico in generale. I controlli hanno riguardato quattro locali del centro cittadino, precisamente una pizzeria, un pub e due bar. L’attività svolta ha consentito di identificare numerose persone, tra gli avventori dei suddetti locali pubblici, nonché di verificare il rispetto della normativa giuridica che ne disciplina i vari aspetti dell’attività. In particolare, sono stati individuati 3 dipendenti, lavoratori in nero, la cui posizione non risultava in regola con le norme in materia di tutela del lavoro e che costeranno per questo ai titolari delle due attività interessate complessivamente 4.500 euro di sanzione pecuniaria (1.500 per ogni lavoratore in nero).

 

 

Riproduzione riservata ©