Ladro seriale di tablet. Arrestato

Rubava sempre un tablet indossando sempre gli stessi abiti. Arrestato dai militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Livorno

Mediagallery

La passione sfrenata per i tablet è costata cara ad un pregiudicato livornese, il 44enne J. Z., tanto che il 13 luglio, dopo l’ennesimo furto, è stato arrestato dai militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Livorno (guarda il video in fondo all’articolo). A tradirlo, però, è stata soprattutto la sua scarsa fantasia nell’individuare gli obiettivi da colpire e negli indumenti da indossare. L’uomo, infatti, ha commesso gli ultimi tre colpi tutti all’interno dell’Unieuro di Porta a Mare e, soprattutto, vestendosi sempre alla stessa maniera. Così, dopo essersi impossessato dell’ennesimo tablet, un modoello “WINDOWS SURFACE” del valore di oltre 800 euro è stato subito riconosciuto dai titolari dell’esercizio commerciale come lo stesso autore degli altri due furti, commessi rispettivamente nei giorni 22 giugno e 7 luglio a seguito dei quali l’uomo si era portato via due tablet “Samsung” del valore complessivo di oltre 1.000 euro.
Intorno alle 18 del 13 luglio, infatti, dopo aver manomesso il sistema antitaccheggio del prezioso prodotto, si è subito allontanato dal negozio. I movimenti sospetti non sono tuttavia sfuggiti ad una delle commesse la quale ha deciso di inseguirlo in strada. Vistosi scoperto, l’uomo ha tentato di disfarsi del tablet ma, una volta raggiunto dal personale del negozio e, successivamente, dai Carabinieri non ha potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità. Il furto, così come quelli commessi nelle due precedenti occasioni, è stato ripreso dalle telecamere a circuito chiuso. I militari nel visionare le immagini hanno così potuto verificare come l’uomo, in tutte e tre le occasioni, ha agito sempre allo stesso modo e si è presentato sempre vestito con i medesimi abiti, particolari questi che hanno permesso di incastrarlo. L’uomo, pertanto, che risulta già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato e, su disposizione del magistrato, è stato condotto agli arresti domiciliari.

Riproduzione riservata ©