Ladri nei negozi di via Grande e in appartamento

Mediagallery

Furti nei negozi e in casa e spaccio di droga. E’ contro questi reati che le volanti della polizia e la squadra mobile hanno dovuto combattere nella giornata di ieri.
Nell’ambito di queste attività nella giornata di ieri, le volanti sono intervenute intorno alle 11.30 all’interno dell’ Oviesse di via Grande dove, la guardia giurata aveva sorpreso e fermato una donna che aveva rubato della merce per un valore di circa 100 euro.
Sul posto la pattuglia ha provveduto ad identificarla (rumena, 30 anni) e priva di documenti è stata accompagnata in questura per essere foto-segnalata. Al termine è stata indagata in stato di libertà per tentato furto .
Furto all’H&M. Poco dopo un’altra pattuglia interveniva su richiesta del personale addetto alla vigilanza del negozio H&M in quanto anche loro avevano sorpreso una persona che stava rubando vestiti. Nello specifico l’addetto alla vigilanza del negozio ha  riferito alla volante che mentre effettuava il suo giro di controllo all’interno del negozio aveva notato un uomo di bassa statura, capelli corti e scuri vestito con bermuda chiari e con un grosso borsone da viaggio a tracolla di colore rosso semi vuoto che, mentre si aggirava nei vari reparti prendeva diversi capi di abbigliamento dagli scaffali e si dirigeva verso i camerini di prova.
Lo stesso poco dopo, una volta uscito dal camerino e si era diretto verso l’uscita e qui veniva fermato dalla guardia giurata.  Alla pattuglia intervenuta l’uomo, un cittadino romeno del ’78 senza fissa dimora in Italia, segnalato per reati contro il patrimonio, ha mostrato spontaneamente la merce occultata dentro il borsone. Una refurtiva pari a circa 130 euro che non è stata immediatamente restituita al personale del negozio. Anche l’uomo,come la donna fermata all’ Oviesse, veniva denunciato in stato di libertà per il reato di furto aggravato.

Furto in casa. Nella serata, invece, la volante durante i controlli in zona Salviano-Valle Benedetta, ha trovato, parcheggiato in via della Valle Benedetta, uno scooter Aprilia Scarabeo 50 che risultava essere stato rubato lo scorso 11 luglio da via Città del Vaticano. Il proprietario è stato ricontattato per la restituzione. Infine intorno intorno a mezzanotte la volante ha effettuato un sopralluogo di furto in abitazione in via San Jacopo in Acquaviva. La richiedente, residente in un appartamento del piano terra, al rientro in casa si era resa conto che qualcosa non quadrava. Dal suo appartamento erano stati trafugati alcuni monili in oro tra collane e braccialetti, alcune pietrine in diamante e un orologio del valore di circa 5000 euro. La polizia intervenuta sul posto ha verificato l’assenza di segni di effrazione sulla porta e sulle finestre della casa.

Spaccio di eroina. Nel pomeriggio invece la squadra mobile ha indagato un livornese di anni 39 per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Durante i controlli in zona centro, incentivati in questo periodo dal questore Cardona, dopo molte  segnalazioni dei cittadini residenti nella zona Buontalenti, gli agenti  in borghese della squadra mobile ha fermato (nei dintorni di piazza della Repubblica) un livornese (L.A. le sue iniziali nato nel 1975),  trovato in possesso di 1,4 grammi di eroina. Poi , la successiva perquisizione domiciliare, ha permesso trovare  ulteriori 10,34 grammi di eroina e un flacone di metadone.

Riproduzione riservata ©