Ladri “mangioni” alla club house del Rugby

Mediagallery

Intorno alle 12 del 16 giugno, una volante della polizia si è portata in via Settembrini dove il gestore della Club house Rugby Livorno 1931 ha lamentato il furto di denaro e derrate alimentari. Durante il sopralluogo è emerso che alcuni ignoti, dopo aver forzato una porta anti-panico, sono entrati all’interno della struttura dopo aver spaccato il vetro di una finestra e hanno asportato fondo cassa contenente circa 300 euro in monete, hanno mangiato una crostata e bevuto alcune birre e mangiando dei pacchetti di patatine i cui resti sono stati trovati in terra davanti all’ingresso. Secondo il titolare del locale il danno si aggirerebbe intorno ai mille euro tra danni da riparare e soldi rubati. “E’ già la seconda volta che ci capita, servirebbe più vigilanza in questa zona”, ha sottolineato al nostro cronista.

Altro furto – Alle 11 del 17 giugno, in piazza 20 settembre, una volante della polizia si è recata al bar “20 settembre” per un sopralluogo di furto. Un dipendente ha riferito che all’apertura del bar si è accorto che alcuni ignoti erano penetrati dalla finestra del bagno e avevano scassinato e svuotato del relativo incasso tre slot-machine e la macchina cambia monete per un totale di 200 euro.

Riproduzione riservata ©