Nota cantante lirica cade sugli scogli, pescatore chiama il 118: salvataggio da film

Mediagallery

Una nota cantante lirica fiorentina soprano, in gita a Livorno insieme al marito ha scelto di godersi la brezza marina scendendo sulla scogliera del Romito approfittando del clima mite, ancorché con il cielo coperto da nubi leggere, avventurandosi nel nostro litorale nel primo pomeriggio di sabato 22 marzo. I due coniugi hanno così deciso di godere delle bellezze naturali del nostro lungomare mancando però totalmente l’accesso sicuro alla scogliera, ben noto ai livornesi, finendo per scivolare rovinosamente in un ripido tratto reso scivoloso dal muschio. La famosa soprano (di cui omettiamo le generalità per privacy) ha terminato la caduta in un punto scosceso dal quale non è più riuscita a muoversi a causa dell’intenso dolore provocato da una brutta distorsione della caviglia riportata nella caduta, ed a nulla hanno potuto gli sforzi compiuti dal marito per aiutarla a districarsi dalla pericolosa posizione.
La coppia, prontamente assistita da un pescatore che si trovava nei pressi, ha allertato il 118 che ha immediatamente inviato una squadra di soccorso che però, a seguito di tentativi infruttuosi, ha dovuto arrendersi di fronte alla estrema difficoltà nel portare i soccorsi sul dirupo.
Escluso l’intervento di un elicottero, la squadra di soccorso del 118 ha chiesto l’intervento della squadra dei sommozzatori dei vigili del fuoco che, arrivata sul posto, ha dovuto a sua volta arrendersi di fronte all’evidenza dell’impossibilità di un recupero via mare della sfortunata soprano.
Le due squadre hanno pertanto optato per l’unione delle forze per finalmente trarre in salvo la soprano inerpicandosi sulla scogliera.
La soprano è giunta in ambulanza dopo due ore di febbrili tentativi, pur se completamente inzuppata dall’acquazzone che è esploso nel mentre avveniva l’organizzazione dei soccorsi. Al pronto soccorso è stata diagnosticata una brutta frattura della caviglia sinistra che costringerà l’artista a sospendere le proprie performance per almeno un mese.
La soprano, che ha iniziato la propria carriera proprio esibendosi alla Gran Guardia di Livorno, e che con la città ha mantenuto un rapporto affettivo che rinnova con visite frequenti , ha in seguito ottenuto grandi successi su palchi de Le Laudi e Puccini di Firenze, Il Metastasio di Prato, L’Arena di Casciana Terme, il teatro dell’Unione di Viterbo, il Garibaldi di Figline, il teatro dell’Olivo di Camaiore, e molti altri fra cui La Versiliana di Marina di Pietrasanta e, nell’ottore del 2005, anche al teatro della Pergola.

 

Riproduzione riservata ©