Intascava soldi per loculi mai assegnati: incastrato

Mediagallery

Un dipendente comunale è stato denunciato con l’accusa di peculato dalla sezione di polizia giudiziaria-investigativa della polizia municipale. La notizia è stata diffusa con una nota stampa della Municipale arrivata alle redazioni intorno alle 18 del pomeriggio di mercoledì 11 novembre. Nello specifico l’indagine è scattata a seguito di una verifica effettuata da parte dell’ufficio servizi cimiteriali del Comune sulle concessioni dei loculi e dai successivi accertamenti è emerso che erano stati occupati dei posti per i quali non è stata trovata alcuna documentazione che ne comprovasse l’acquisto tantomeno è stato trovato il relativo versamento in denaro.
La polizia giudiziaria ha accertato quindi il fatto scoprendo che il lavoratore comunale (57 anni, B.M le sue iniziali) all’epoca in servizio all’ufficio servizi cimiteriali invece di far versare ai parenti del defunto i soldi per l’acquisto del loculo sul conto corrente del Comune, si appropriava dei contanti rilasciando una ricevuta fasulla con la dicitura “pagato”.
L’uomo  si era già reso protagonista dello stesso reato ed era già stato denunciato.
Dall’indagine è emerso che la somma complessiva di cui si sarebbe indebitamente appropriato è compresa tra i 15 e i 20mila euro.

Riproduzione riservata ©