L’Inps ai cittadini: “Noi non telefoniamo a casa”

Mediagallery

A seguito di alcune recenti segnalazioni in merito a truffe telefoniche ai danni dei cittadini, l’Inps fa presente che l’Istituto non telefona a casa degli utenti chiedendo la ricevuta di pagamento di spese legali per liquidare in loro favore presunte pratiche di invalidità civile.
L’Inps, pertanto, richiama i cittadini alla massima attenzione e prudenza nei confronti degli sconosciuti che al telefono si presentano con nomi falsi di funzionari inesistenti e danno indicazioni su come pagare le parcelle di sedicenti avvocati per entrare subito in possesso delle somme che, a loro dire, dovrebbero riscuotere a titolo di arretrati. Se qualcuno, a nome dell’Inps, telefona per chiedere soldi a qualsiasi titolo, va denunciato immediatamente alla Polizia (113) o ai Carabinieri (112).

Riproduzione riservata ©