Incollata la serratura della “Ponceria” in Venezia. “Lavoriamo rispettando i residenti. Una pugnalata”

Mediagallery

Brutta sorpresa per i titolari della Ponceria, il noto locale di via Borra in Venezia. Al loro arrivo, ieri 5 novembre intorno alle 19, hanno trovato la serratura delle due porte incollate. Un avvertimento? Uno scherzo? A raccontare l’accaduto su Facebook, con un sentimento misto tra rabbia e incredulità, è uno dei titolari, ex consigliere comunale, Adriano Tramonti: “Siamo andati ad aprire ed abbiamo trovato questo simpatico regalo.. Le nostre serrature erano state incollate. Francamente non so chi possa essere stato, idee non ne ho e non voglio nemmeno stare a immaginare chi possa aver fatto tutto ciò. So solo che abbiamo sempre cercato di operare in questo quartiere stando attenti soprattutto a chi ci risiede, la sera a chiusura spazziamo fino in mezzo alla strada per evitare che il cittadino la mattina non si trovi nel sudicio (pago 5800 € di spazzatura, dovrei avere uno spazzino tutto per me!). Certe volte invece facciamo finta di non vedere, non vi dico in queste occasioni i nostri cassonetti dell’indifferenziata sono pieni di Sacchi dell’immondizia “old Style”. Senza tener di conto la sosta selvaggia difronte al nostro locale, classificata come intersezione stradale, e sempre occupata da auto, certe volte da furgoni enormi che coprono il locale e una volta anche da un camioncino pieno di macerie con un cesso sopra per tutto il weekend. Noi però non abbiamo mai chiamato ne vigili o altro.. Per non creare dissidi con chi abita intorno a noi, consapevoli che la nostra attività può creare un disagio a sua volta. Il mio è stato uno sfogo di chi oggi ha ricevuto una pugnalata e me ne scuso con voi per averlo esternato. Infine volevo ringraziare la ferramenta Lemmi che stasera ci ha permesso di aprire con un intervento tempestivo”.

Riproduzione riservata ©